Cocco

La dieta di per sé, disintossica ed elimina il muco. Rimedi naturali possono facilitare il percorso.

Moderatore: luciano

Rispondi
orso
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 8 febbraio 2007, 6:00
Località: Alto Vicentino

Trovo la polpa della noce di cocco gradevole, soprattutto d'estate.
So che va bene nella dieta di transizione, ma si deve considerare frutta o frutta secca tipo noci?
Frei lebt, wer sterben kann.
Avatar utente
arca
Veterano
Veterano
Messaggi: 977
Iscritto il: 30 luglio 2006, 6:00
Località: prov. di Siena
Contatta:

ma si deve considerare frutta o frutta secca tipo noci
E' estremamente grassa, tipo contiene la metà del dei grassi delle noci (% per 100 gr).
Ma considerando che di noci in quantità ne mangi probabilmente di meno che di fettine di cocco (che noia sbucciare le noci....), in definitiva il contenuto di grassi che assimili con il cocco è a volte anche più alto.
.... e di conseguenza "dovrebbe" essere acidificante (dici dovrebbe) per l'alto contenuto di grassi.
Comunque ritorno sulla questione del buon senso: negli ultimi 5 anni avrò mangiato, in tutto, 500 grammi di cocco, forse 5 chili in tutta la mia vita. :wink:
orso
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 8 febbraio 2007, 6:00
Località: Alto Vicentino

E' che nelle tavole di Ragnar Berg del libro di Ehret le noci di cocco sono classificate tra gli alimenti che tolgono acidità, a differenza delle noci comuni.
In base a questo mi chiedevo, indipendentemente dal contenuto di grassi, se facciano o meno parte della dieta di Ehret.
Frei lebt, wer sterben kann.
Avatar utente
arca
Veterano
Veterano
Messaggi: 977
Iscritto il: 30 luglio 2006, 6:00
Località: prov. di Siena
Contatta:

Hai ragione, sono riportate nelle tavole di Berg, ma Ehret, quando parla delle tabelle di Berg non è che le approvi in pieno, bensì le prende come riferimento. A pagina 85 dice:
  • Il semplice fatto che determinati alimenti indicati nelle tabelle abbiano la proprietà di legarsi agli acidi, non significa necessariamente che ne approvo l'uso. Queste tabelle vengono qui presentate come solo confronto e dovrebbero essere studiate per quelle che sono.
    Per favore comprendi che non sto appoggiando le teorie di Berg.
Guarda che io personalmente, poichè COMUNQUE non si tratta di frutta veramente fresca (per noi in Italy), la noce di cocco non la userei comunque nella dieta senza muco (al massimo in quella di transizione).
Ma questa è una mia opinione.
Spero di averti dato qualche dato in più.
Ciao. Arca
Avatar utente
Tyler
Veterano
Veterano
Messaggi: 957
Iscritto il: 11 dicembre 2006, 6:00
Località: Catania
Contatta:

Scusami One, ma da dove lo prendi il latte di cocco?
saluti...
Nessuno è più schiavo di chi è falsamente convinto di essere libero. E noi siamo tutti schiavi. Schiavi del SIGNORAGGIO.
Avatar utente
baldazar
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 53
Iscritto il: 1 febbraio 2006, 6:00
Località: Conegliano treviso

Il cocco che noi qui in europa mangiamo ( quello bianco ) nei paesi d'origine viene dato alle capre ai cammelli ai maiali e in generale a tutti gli animali che lo mangiano.
Il vero cocco mangiato in quei posti e come una gelatina trasparente che col tempo diviene bianca e indigeribile che contiene grassi saturi.
La margarina vegetale ne è provvista con un altro grasso vegetale l'olio di palmisto ( sulle etichette viene scritto olio di palma, ma l'olio di palma in realtà e di colore rosso fuoco mentre quello di palmisto è bianco e anche questo grasso contiene grassi saturi).
Quindi se volete non affaticare la digestione date questo cocco agli animali.

Ciao a tutti Baldazar.
Rispondi
  • Informazione