Arnold Ehret Italia

Per quanto la dieta di per sè, disintossicando il corpo ed eliminando il muco, alla fine risolve alla radice, lungo la strada può essere utile l'utilizzo di decotti o tisane indirizzati all'espulsione di specifiche tossine e veleni, come i metalli pesanti, tanto per fare un'esempio.

Moderatore: luciano

Avatar utente
da inthecloud
#79087
Posto questa mia esperienza nel caso possa tornare utile a qualcuno, cercando sul forum non mi pare di aver letto nulla in merito...

Ho avuto per alcuni anni una piccoliiiiissima verruca sul palmo della mano. Non cresceva, non dava fastidio, non faceva male, sembrava fosse li' latente. Qualche settimana fa e' come esplosa, si e' gonfiata e si vedeva chiaramente il puntino centrale e mi faceva anche parecchio male.

Mi documento un po' su internet e tra mille rimedi naturali e non, trovo una serie di testimonianze molto positive tramite l'uso dell'aceto di mele... in realta' le info riguardavano i condilomi (che non ho ancora ben capito cosa siano ma forse sono della stessa famiglia delle verruche - scusate la mia ignoranza) cmq mi sembrava che la cosa potesse fare al caso mio.

Inizio a fare un primo impacco con un batuffolo di cotone impregnato di aceto e lo lascio su tutta la notte con un guanto per non farlo spostare, ripeto anche la sera successiva e quella successiva ancora ma solo per un paio di ore.

Insomma gia dopo un giorno mi sembrava che qualcosa stesse accadendo. In poche parole dopo una settimana la verruca sembrava essere come bruciata, si e' formata una crosticina che poi e' caduta.

Ora sembra tutto completamente cicatrizzato, sto cercando di capire se il famoso puntino sia ancora li o meno ma pare proprio di no... staremo a vedere!!!

Se qualcun altro avesse provato e vuole confermare sarebbe ottimo!!!

più di 30 anni fa mi feci la visita gratuit[…]

Oramai sono anni che si parla di dentosofia, ci so[…]

Luciano ha pienamente ragione! Quando si parla di […]

Panoramica di Beppe

Non hai avuto miglioramenti? Ma hai fatto bonifica[…]

Libri di Arnold Ehret