Aceto di mele e pane tostato: fermentazione?

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Rispondi
Avatar utente
Liss
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 136
Iscritto il: 2 agosto 2007, 6:00
Località:

21 agosto 2007, 9:35

Ciao a tutti,

ho letto alcuni topic dove si parla dell'aceto di mele, ma ho ancora qualche dubbio.

In un topic ho letto che il limone usato per condire l'insalata e il pane integrale biologico tostato fermentano; accade la stessa cosa se si utilizza come condimento aceto di mele (biodinamico e non pastorizzato)?

Sulla confezione dell'aceto di mele che ho comprato non specificano che si debba conservare in frigorifero una volta aperto, ma mi è sembrato strano, non essendo pastorizzato (chiederò al negozio).

Buona giornata! :D

Alessia.
Avatar utente
Liss
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 136
Iscritto il: 2 agosto 2007, 6:00
Località:

21 agosto 2007, 10:33

...ehm, riflettendo meglio credo proprio che la risposta sia che fermentano :oops:

In ogni caso il pane di segale tostato (integrale e biologico) mi dà gonfiore, forse l'ho tostato troppo poco; a volte poi l'ho mangiato raffermo-secco senza tostarlo (fa differenza dal punto di vista della riduzione del muco?).

Quando mangio l'insalata condita con aceto di mele non mi sembra che mi gonfi.

:D :D :D

Alessia.
Avatar utente
arca
Veterano
Veterano
Messaggi: 980
Iscritto il: 30 luglio 2006, 6:00
Località: prov. di Siena
Contatta:

21 agosto 2007, 14:46

E' giusto: amidi e acidi fermentano.
Se l'aceto non è pastorizzato conviene conservarlo in frigo; ho già buttato litri di aceto per la muffa.
Per il pane di segale devi fare una differenza rispetto a quello integrale di frumento.
Quello di frumento acidifica e blocca l'intestino; tostandolo non blocca ma acidifica.
Quello di segale specie se è col cruschello e coi germogli (lidl non ricordo la marca e alla COOP trovi il PEMA) e quindi non sola farina di segale, per intenderci quello a mattoncino a fette già tagliate, non serve tostarlo.
Ho verificato che mangiarlo non tostato porta degli enormi benefici all'intestino per la questione fibre.
Quello di sola farina di segale lo tosterei (il San Carlo che trovi anche questo alla Coop, ad esempio)
Tieni presente che nonostante il pane di segale possa togliere l'acidità comunque è un amidaceo e se permesso nella dieta di transizione, non è consentito nella Dieta Senza Muco (=frutta e verdura a foglia verde).
Ciao.
Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso.

IDEALANDIA

Immagine
Avatar utente
Liss
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 136
Iscritto il: 2 agosto 2007, 6:00
Località:

21 agosto 2007, 14:54

Grazie arca,

sono contenta che il pane di segale "a mattoncino" vada bene: mi piace tantissimo :D !
Rispondi
  • Informazione