latte di mandorle e latte d'avena

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
Maryza
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 258
Iscritto il: 20 agosto 2007, 6:00
Località: Ravenna

17 settembre 2007, 12:33

Chiedo un consiglio... a chi mi legge...

Nella dieta di transizione, i tipi di latte vegetale tipo latte d'avena o latte di mandorle possono essere utilizzati durante la giornata?
Tenendo conto che il latte vegetale è ricco di calcio, vitamina D e vitamina B12. Può risultare utile in caso sia ipotizzabile un limitato apporto con la dieta di transizione?

Sono consapevole che nessun tipo di latte, vegetale o animale, è nutrizionalmente indispensabile all'uomo (ad eccezione del latte materno per il lattante). In particolare, i nutrienti presenti nel latte vaccino (in primis il calcio) possono essere ottenuti in quantità adeguate da altri cibi (latte vegetale addizionato di calcio, altri cibi come tofu, verdura, legumi, frutta secca).

Mi è chiaro quindi il concetto che il latte è un alimento non essenziale dopo lo svezzamento, e come tale va consumato: in piccole quantità, se gradito.

La mia domanda quindi è: i tipi di latte vegetale latte di mandorle e latte d'avena) poichè sono privi di colesterolo, lattosio e caseina possono essere consumati durante la dieta di transizione seppur in quantità minime?

Maryza :)
"LA VOLONTA´ E´ CIO´ CHE CI TRASFORMA"

Se c'è una via migliore di un'altra, quella, puoi essere certo, è la via della Natura. (Ippocrate)
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

18 settembre 2007, 22:55

Certo che possono essere usati in transizione!
Non sono latte! :D

Il termine è diventato così diffuso per riferirsi a quei prodotti vegetali che ci si dimentica che non si tratta di latte. E' un uso improprio del termine, a causa della somiglianza e per motivi pubblicitari, siamo d'accordo?

Se non fuoriesce da una mammella, umana o animale, non è latte. :wink:
Avatar utente
Maryza
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 258
Iscritto il: 20 agosto 2007, 6:00
Località: Ravenna

20 settembre 2007, 1:03

Grazie Luciano,

non immagini che sollievo mi dài, mi piace moltissimo il latte di mandorla e il latte d'avena mentre non mi piace per nulla il latte di muca...
Sei sempre così gentile e tempestivo nelle risposte... grazie di cuore

Maryza

:lol:
"LA VOLONTA´ E´ CIO´ CHE CI TRASFORMA"

Se c'è una via migliore di un'altra, quella, puoi essere certo, è la via della Natura. (Ippocrate)
Avatar utente
puja
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 92
Iscritto il: 26 giugno 2006, 6:00
Località: liguria

18 gennaio 2008, 18:42

bella notizia luciano.....
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

18 gennaio 2008, 20:20

angioljna ha scritto:..e il latte di soia e di riso?
Li eviterei. Non mi piacciono. Ehret dei vari moderni tipi di "latte" vegetali non dice nulla, non li facevano a parte quello di mandorle con procedimenti ormai abbandonati, e credo che si allontanino troppo dalla natura.

Penso anche che siano una specie di supporto psicologico per chi rimpiange il "caro buon latte" o cose del genere.

In pratica se hai capito che il latte non è adatto all'alimentazione umana, perché vai in cerca di surrogati?

Penso la stessa cosa delle polpette, hamburger, spezzatini di soia, se ritieni che la carne non sia per l'alimentazione umana, oppure sei animalista, perché cercare surrogati che ne mantengono viva l'immagine nella memoria?

Più di una volta ho sentito persone, che abbandonando la carne sono passati ai facsimili di soia, dire:"L'ho preparato come facevo con la carne, con le stesse spezie e condimenti, sembra quasi di mangiare vera carne!"

Credo che quelle persone siano diventati vegetariani, per varie ragioni, ma la loro mente è rimasta carnivora.

Comunque è sempre meglio che non aver mai fatto nessun cambiamento, quello che ho esposto sono state per molto tempo mie riflessioni mai espresse, lasciano il tempo che trovano, se ti aiuta a progredire bere "latte" di riso o mangiare polpette di soia, fallo. :D
Avatar utente
Foca
Veteran
Veteran
Messaggi: 617
Iscritto il: 24 giugno 2008, 6:00
Località: Agliana Pistoia

22 gennaio 2009, 11:17

Mi trasferisco quì, a discutere l'argomento, che mi sembra il luogo più adatto.
Riassumento LA SOIA E' "BANDITA", non potendo, per il momento, preparare il "latte" di mandorle in casa, opterò per quello di AVENA, che trovo facilmente al supermercato.
Per adesso devo accettare questo COMPROMESSO, il mio obbiettivo è quello di abituare il palato di mia figlia, GRADUALMENTE.

Adesso spero che non se ne accorga, lo diluisco con quello di capra, metà e metà, poi piano piano diminuirò quello di capra fino ad eliminarlo.

Vi domando:"Ritenete che si possa danneggiare, SCALDANDOLO, quello di avena?"
E se in futuro riuscissi ad organizzarmi e preparare in casa quello di mandorle, credete che si possa danneggiare, anche questo, SCALDANDOLO?

Forse andrebbe chiamato "SUCCO" e non "LATTE".

SUCCO DI AVENA :wink:

Grazie per la vostra attenzione. La salute di mia figlia, ringrazia, anche se "Lei" non lo sa.

Patrizia
"Dammi la possibilità di eliminare, di riparare, con il meccanismo del corpo!" "Trova il tempo di rimanere "ammalato" per alcuni giorni o settimane, e io ti aiuto! <<Rimani fermo, tranquillo, riposa, dormi e NON MANGIARE!>>"
Rispondi
  • Informazione