YURI tac cone beam arcata superiore

Moderatori: luciano, O.P.T

Regole del forum
Chi desiderasse fare leggere la propria panoramica (OPT) deve postarla qui.
Chi non avesse precedentemente ottenuto soddisfazione riguardo alla propria opt può aprire un nuovo post in questa sezione allegando la sua OPT, chiedendo che sia rivista dal moderatore e collaboratore di questa sezione, aggiungendo ulteriori dati richiesti che sono:
* una buona panoramica recente che si veda bene tutta e non a pezzi
* nome di battesimo (deve essere vero, non un diminutivo, un vezzeggiativo, uno inventato o un soprannome!)
*data di nascita
* storia clinica generale e dentale con eventuali correlazioni temporali, cioè se dopo una certa cura dentale sono insorti problemi di salute.
* se sono state già fatte operazioni ai denti dopo aver fatto la opt
E' necessario scrivere in maniera ordinata, ogni punto deve essere un paragrafo con uno spazio fra l'uno e l'altro.
Resta inteso che argomenti differenti dalla richiesta di una lettura della panoramica verranno cancellati, per mantenere razionalità nella sezione.
Rispondi
Avatar utente
Yuri
Newbie
Newbie
Messaggi: 12
Iscritto il: 13 luglio 2019, 18:13
Località: Pistoia

5 ottobre 2019, 22:13

NOME e COGNOME: YURI CALANCHI

CITTA': PISTOIA

- SESSO: MASCHIO

- DATA DI NASCITA: 04/04/1981

- PESO E ALTEZZA: 70 Kg, 180 cm

PREMESSA GENERALE:
mi scuso fin da subito se ho infranto nel testo il regolamento e naturalmente tagliate ciò che è necessario tagliare. L'intento è quello di spiegarmi il più possibile con i mezzi che ho a disposizione. Grazie


STORIA CLINICA DENTALE:
mai portato apparecchi; I primi interventi ai denti cominciano in preadolescenza con le prime otturazioni che mi vedono otturati praticamente tutti i molari anche più volte. Presenti tutti i denti devitalizzati.
Che io ricordi solo un dente devitalizzato il 1.6 che a settembre 2019 finalmente viene cavato perchè marcito e con granuloma 5x7 che ha interessato anche il 1.5 infiammandolo molto. L'intervento si è comunque concluso con l'asportazione del granuloma e del dente, con fresa a palla e senza punti di sutura. La devitalizzazione originaria fu fatta circa nel 2008, ma non è mai riuscita bene, mi dava dolore continuamente, finchè nel 2011 circa fu ri-devitalizzato e da allora per 4 anni non ho sentito più dolore. Come detto poi nel settembre 2019 è stato finalmente tolto il dente e tutta la palla d'infezione. Ad ora mi fa ancora un po' male (sono passati 7gg e 4gg di antibiotico), spero passi alla svelta.

Le carie, in genere, sono sempre state presenti e ricorrenti (ad oggi ce ne sono 3).

Non ho mai avuto i laterali da adulto per un mancanza genetica, ho tenuto quelli da latte (interi) fino all'età di 16/17 anni, quando il secondo dentista pensa di limarli e utilizzarli come "perno naturale" sul quale montare due coroncine.
Per crearsi spazio ogni 2 settimane mi recavo da lui e il dottore, con grande forza conquistava decimi di millimetro spingendo corone ogni volta più grandi. Alla fine si ottennero due spazi per due corone, esteticamente abbastanza grandi. Diciamo che il dentista si improvvisò ortodonzista e ricavò gli spazi necessari senza l'uso di un apparecchio ortodontico. Quindi i monconi di latte sono sopravvissuti fino all'età di 36 anni quando dopo infinite situazioni di sanguinamento gengivale, infiltrazioni e rotture delle corone provvisorie applicate, saranno estratti definitivamente. In tutta franchezza hanno sempre sanguinato e le infiltrazioni erano cosa normale. Tutto questo per ben 20anni. Quando venivano cambiate le capsule, perchè rotte i monconi venivano liberati e quasi da subito il loro colore era marroncino. Soltanto da ultimo finalmente, perchè marciti completamente, e privi di radici vennero estratti. Alle due finestre mi fu proposta una sorta di dentiera mobile, in attesa di fare degli impianti definitivi. Per mancanza di denaro mai ho fatto gli impianti ed ad oggi, dopo 3 anni, ho ancora questa protesi mobile.


STORIA CLINICA GENERALE:
Fino all’età di 16 anni non ho avuto segni evidenti di malattie, se non qualche sporadica influenza stagionale.

Dai 16 anni il primo stato ansioso importante manifestatosi in attacchi di panico molto importanti con intervento del pubblico soccorso.

A 17 anni crisi depressiva molto intensa, fino circa all’età di 19 anni. Da questa data non abbandonerò più se non a tratti gli psicofarmaci.

A 23 anni ancora crisi depressiva che mi vedrà in terapia per molto tempo.

Attacchi di panico non mi molleranno mai più, tra una depressione e l'altra.

A 25 anni comincio a ingrassare vistosamente (forse per lo stress) e rimarro sulla soglia dell'obesità fino a 28 anni

Ridurrò il peso con attività fisica. (In realtà non ho mai più avuto le forze di quando avevo 20/22 anni).



2019 ANNO DA DIMENTICARE:
Ad intermittenza le crisi d’ansia, negli ultimi 20 anni, si sono sempre ripresentate ad intervalli di qualche periodo. L’ultimo episodio interessante a gennaio 2019 con intervento del pubblico soccorso.

La cura farmacologica in referto è stata una tripla dose giornaliera di benzodiazepine Aprazolam abbinate a una MAO Citalopram e un sonnifero Stilnox. I disturbi del sonno e la sua qualità , seppur migliorati, sono sempre rimasti insufficienti.

In concomitanza dell’ultima forte crisi d’asia del gennaio 2019 ho perso la capacità di messa a fuoco, diventando fotosensibile ed ho dovuto ricorrere all’uso degli occhiali. In realtà questo problema cronicizzato da venti annii, i è sempre manifestato con arrossamenti e bruciori. Nei casi acuti la messa a fuoco è stata sempre deficitaria.

Sempre nel 2019 (più esattamente a partire da fine 2018), ho dovuto ricorrere 3 volte all’assistenza del pronto soccorso per dispnea. Due volte ingresso accompagnato e l’ultimo (a giugno) con autoambulanza. Dopo Tac al torace, analisi del sangue,saturazione Ossigeno,ecc, l’esito è stato più o meno sempre il solito: dimissioni con somministrazione di corticosteroidi (per bocca/per aerosol/pipetta in polvere) che si sonoalternati a cicli tra i 5 e 25gg.

Periodicamente ho assunto anche antibiotici (3 o 4 cicli) in combinazione con il cortisone perchè le frequenti tracheiti precipitavano in bronchiti.

Questo è il decorso negli ultimi 10mesi a livello respiratorio. Premetto che non sono mai stato asmatico, tantomeno allergico a polveri e/o cibi tipici. Le prove allergiche (analisi del sangue) confermerebbero questa teoria. Non sono a conoscenza di intolleranze alimentari.

Il quadro clinico è più o meno stato “stabile” per 20anni, Raggiungendo l'insostenibile condizione al 2019.

In realtà nel 2016 c’è stato un declino progressivo. A partire da metà di quell’anno la mia schiena si “blocca” riducendomi a letto e in fisioterapia per dolori molto intensi al lombo. Sempre nel 2016 mi viene asportato un neo sospetto alla schiena che poi non risulterà positivo all’esame istologico. La superficie di asportazione ripresenta ad oggi un altro nevo simile per il quale sto aspettando il 20 agosto la visita dermatologica. In quello stesso periodo il dente 1.6 (devitalizzato 1circa nel 2007) comincia a annerirsi. Questo dente fu re-devitalizzato nel 2009 perchè mi procura dolore Finalmente nel 2019 a fine settembre viene asportato col suo granuloma di 7*5 che aveva invaso il dente 1.5. Estrazione eseguita senza punti di sutura e fresatura a palla. In questa occasione 4gg di antibiotico.

Tornando al nel 2016, poco prima del dell’asportazione del nevo, mi trovo ancora una volta quasi bloccato a letto per i soliti forti dolori in zona lombare. La diagnosi fu questa volta artrite acuta legata alla presenza di una vecchia scoliosi. Dalla risonanza, sempre in zona lombare, risultò anche un emangioma a ridosso delle vertebre. A settembre 2016 decido di smettere di assumere carne e pesce, lasciando latticini e uova. A fine 2017 sospenderò definitivamente l’assunzione di latticini freschi perchè attivatori di forti diarree.

Negli ultimi 20 anni (e probabilmente prima) diarree e stipsi si sono sempre presentate quando più quando meno, ma comunque piuttosto frequentemente. Solo nell’ultimo anno il fenomeno si è acuito particolarmente alterando sensibilmente il corretto transito intestinale. Questa condizione persistente mi procurerà a maggio 2019 prima un lieve sintomo di emorroidi e poi un piccolo fenomeno di ragadi con sanguinamento. Nello stesso periodo un’ecografia ai testicoli rileva varicocele di primo grado

Il 2019 ha segnato anche una progressiva perdita di peso lasciando inalterato tuttavia il gonfiore su fianchi e cosce, il quale si acuisce ogni qual volta cammino più intensamente o per periodi più lunghi. Il dolore acido su lombo e cosce si associa sempre ai momenti di gonfiore e diminuisce quando i liquidi se ne vanno. La diarrea persistente non mi lascia scampo a aprile 2019 così che provo a eliminare qualsiasi forma di latticini e passo a una dieta vegana che all'inizio mi riduce le scariche diarroiche ma successivamente non è più sufficiente. Continuerò a avere forti diarree ormai incontrollabili con muco e tracce di sangue. Da una visita endoscopica al colon eseguita a inizi settembre 2019 non figurano patologie, solo la gastroscopia rileva lieve gastrite.

Candida: nel 2012 si presenta e non se ne andrà più fino a una diminuzione evidente nel 2019 quando dall’alimentazione diminuisco sensibilmente i prodotti con lieviti e qualsiasi forma di zucchero complesso (alcool incluso).

funghi: Circa nello stesso periodo di manifestazione della candida si sono presentati e cronicizzati, eczemi squamosi color vinaggia tra le cosce e il pube, precedendo un’altra eruzione cutanea su cuoio capelluto, tutt’oggi presente come l’eczema all’inguine.

Herpes: a partire dal 2017 si affaccia per la prima volta l’Herpes. Probabilmente i primi sintomi già erano presenti prima, ma in modo sistematico e permanente dal 2017, alternandosi dalla bocca ai genitali con tempistica intermittente e costante.

Nel mese di luglio si è fatto avanti un sintomo di nausea costante e apparentemente ingiustificato, a qualsiasi ora del giorno sia a stomaco vuoto che a stomaco pieno indistintamente. Va considerato che circa due mesi prima inizio la dieta vegana e in concomitanza comincio a bere tantissima acqua di sorgente ph 7 (testato con linguetta).
Mai come prima, tra maggio e agosto, il tono e volume della voce si sono spenti riducendosi a un sussurro, soprattutto a fine giornata. Mai come prima dolori ai denti anche sfiorandoli.

A partire dall’anno in corso, in particolare a luglio e agosto, le energie fisiche sono andate sempre più scemando fino a compromettere significativamente la facoltà lavorativa, intellettiva e le attività quotidiane.
Questo stato fisico è giustificato: il 15 agosto 2019 sono stato ricoverato in OBI e dimesso dopo 3 giorni. Gli accertamenti rilevano subittero con fanghi biliari. Una Ecografia addome completo conferma il ristagno di bile densa e una cistifellea molto distesa. La cura fu deursil Deursil 300 una cp al die.

A fine agosto comincio il protocollo Gerson seguito da un medico abilitato e la situazione sembra migliorare. La bonifica dentale è parte integrante del protocollo e l'estrazione del dente 1.6 è solo l'inizio di una bonifica dentale (vedi tac come bean). La tc come bean mostra diverse amalgame, alcune delle quali sormontate e nascoste da amalgame bianche, ossia si vedono dalle lastre ma risultano bianche alla vista. Il protocollo di bonifica che seguirò sarà con aspirazione e bombola d'ossigeno con mascherina. Partirà salvo imprevisti a novembre 2019.

Attualmente mi alimento a succhi di frutta e verdura e passati di verdura con occasionali consumi di proteine da pesce uova legumi. Segale e fiocchi di avena. Frutta e verdura entrambe cotte e/o crude. Clisteri al caffè. E un mix di soluzioni galeniche che comprendono minerali enzimi e vitamine. A determinare le carenze e gli eccessi sono stati il mineraltest al capello e le analisi del sangue.

SITUAZIONE AD OGGI 05/10/2019:

Stato emotivo:

passo da felicità a depressione. Ciò nonostante la visita psichiatrica non rileva uno stato depressivo importante tanto che la cura che fu sostituita a settembre 2019 e che includeva Mirtazapina e Tavor è stata corretta con solo mezza compressa di Mirtazapina.
Soprattutto la gestione dei clisteri mi incuriosisce: all'inizio mi procuravano grande beneficio e adesso ho paura a farli perchè mi vedo dopo ingiallire e mi sento pesante. Inizialmente era l'esatto opposto. Crisi di panico dopo il clistere: è una contraddizione con il clistere (che prima amavo alla follia).


Fisicamente:

dente 1.5 infiammato e dolente (ma meno rispetto ai giorni scorsi); forse il 1.6 estratto col suo granuloma lo aveva inquinato.

Cistifellea ancora un po, pungente e fegato pesante. Il clistere farebbe passare il dolore, ma ho un po di paura a farlo (ne risulto dopo spossato e privo di liquidi).

Amilasi pancreatica un po' bassa

Mal di testa che pulsa soprattutto a destra.

Temperatura/percezione del caldo/freddo: a volte brividi a volte sento il calore anche alle estremità del corpo

LE MIE INTENZIONI:
ho programmato una bonifica dentale dai dentisti che eseguirono il mineraltest del capello. Seguono un protocollo con mascherina e ossigeno e tendina a protezione della gola più aspirazione dei vapori.

ASCOLTO CONSIGLI
grazie Yuri

Mi scuso ancora se la Tac è solo superiore ma il dentista che mi seguiva a luglio mi fece fare solo l'arcata superiore dove ipotizzava il granuloma (1.6). In basso posso descrivere che cè un amalgama al 47 (quello prima del dente del giudizio).
Ho otturazioni su tutti i denti esclusi i denti che vanno dai canini in avanti sia all'arcata superiore che inferiore
E di recente il dentista che mi ha cavato il 1.6 mi ha detto che ci sono altre 3 nuove carie
Allegati
op bassa risoluzione.JPG
op bassa risoluzione.JPG (43.39 KiB) Visto 79 volte
foto sotto.JPG
foto sotto.JPG (115.63 KiB) Visto 79 volte
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13231
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

6 ottobre 2019, 17:20

Ciao Yuri,
ho visto la notevole quantità di informazioni che hai inviato.

Tuttavia la tac è inutile per l'osservazione, occorre la semplice panoramica.

Una come questa, per esempio:

OPT Georgia
(clicca sull'immagine nella pagina che si apre)
Avatar utente
Yuri
Newbie
Newbie
Messaggi: 12
Iscritto il: 13 luglio 2019, 18:13
Località: Pistoia

6 ottobre 2019, 22:35

Grazie Luciano, a breve mi attiverò. È già utile avere una bussola per orientarsi: quindi il primo dentista che si accorge di un'infezione sotto i giudizi, è da tenere preziosamente in considerazione? (Nel caso eventuale)

Aggiungo qui: è da 10 gg che ho tolto il 1.6 e ho ancora un po' male al 1.5 (è ancora un po' infiammata la carne che lo separava dal 1.6) e la gengiva tra il 15 e 17 è ancora un po' cicciuta e bianca. Con un po' di gocce omeopatiche mi passa il fastidio.

É utile farmi vedere da qualcuno a Pistoia? (Il medico che ha estratto dista 200km)

Sono un po' confuso perché non so più di chi fidarmi.

Grazie della comprensione Y
Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 537
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: up

8 ottobre 2019, 17:04

Ciao, parli spesso di lombo dolente, destro o sinistro?
Avatar utente
Yuri
Newbie
Newbie
Messaggi: 12
Iscritto il: 13 luglio 2019, 18:13
Località: Pistoia

8 ottobre 2019, 17:40

Ultimamente (da quando seguo il Protocollo G. "ho capito che è una dieta di transizione" non è così presente, ma se dovessi scegliere è il dx.
Ci sarebbero referti (fatti in Germania nel 2016) a seguito di un trauma. Rilevarono una vecchia scoliosi e un'emangioma

Approfitto anche (sono fiero di conoscere) se è meglio, dopo otp, bonificare prima e poi estrarre i giudizi, oppure l'inverso
Avatar utente
O.P.T
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 537
Iscritto il: 24 dicembre 2015, 16:34
Località: up

8 ottobre 2019, 17:57

vedremo la panoramica e se ci sono problemi dentali, ma da quello che scrivi mi sembra che il problema grosso sia la cistifellea, nessuno ti ha consigliato di toglierla?
Tutti i sintomi riconducono a quello, la fluidificazione della bile non penso che basti.
Avatar utente
Yuri
Newbie
Newbie
Messaggi: 12
Iscritto il: 13 luglio 2019, 18:13
Località: Pistoia

8 ottobre 2019, 21:01

l'ecografo non suppose la cosa... dato che era dilata gli chiesi espressamente se fosse stata da togliere. Mi rispose di no e che la cura intrapresa con Deursil era corretta. Chissà

Al momento non ho sollevato il problema al medico di medicina integrata che mi sta seguendo nel protocollo G. Sembrava ottimista.

Ascolto con piacere anche il vostro parere. C'è questa eventualità? Almeno il fatto di conoscere mi fa piacere, poi il da farsi lo si farà.

Grazie per questo scambio così vivo
Rispondi
  • Informazione