PLEASE CONSIGLI/DISCIPLINE PER RESISTERE ALLE TENTAZIONI

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
syncster
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 376
Iscritto il: 12 gennaio 2007, 6:00
Località: Trento

Messaggio da syncster »

masticare senza ingerire :D


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
elena68
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 146
Iscritto il: 14 maggio 2006, 6:00
Località: Veneto

Messaggio da elena68 »

syncster ha scritto:masticare senza ingerire :D
bella idea; non ci avevo mai pensato!

e' dura anche per me...

:cry:
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13366
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Messaggio da luciano »

A me aiuta molto questo:

Durante un digiuno il proprio gusto per qualsiasi cosa innaturale scompare completamente. Liquori, tabacco, cibi speziati, vestiti stretti, fervida letteratura, andare in chiesa, passione senza amore, abitudini civilizzate: -- tutte queste cose perdono fulgore. Anche cose avvincenti come un problema cessano di destare interesse.

L'indizio per la rigenerazione della razza si trova proprio qui.

Per ere i nostri moralisti e riformatori hanno scambiato l'incrostamento umano per rivestimento umano.

"Lo spirito è forte ma la carne è debole"? No, La carne non è debole. L'anima è impedita non dalla mera carne, ma dalle circostanze esterne che ostacolano la carne. Libera il tuo sangue dal cibo sbagliato, i tuoi polmoni dall'aria sbagliata, il tuo cervello dai pensieri sbagliati, i tuoi nervi dai tremiti sbagliati, il tuo cuore dalla paura sbagliata e la tua anima dai residui di tutte queste cose sbagliate; -- allora vedrai come assolutamente giusto il mondo diventa.

Il digiuno non trasformerà un peccatore in un buono in venti, trenta o quaranta giorni. Ci vogliono eoni di evoluzione per fare quello. E su questo pianeta il processo è appena incominciato.

Ma velocizzerà il fine desiderato -- forse ti aiuterà a saltare una o due incarnazioni. D'altra parte non c'è fretta, dato che il tempo è pura immaginazione. Così se tu preferisci piuttosto "mangiare, bere e essere contento" nel frattempo, non ho la minima obiezione. Occasionalmente mi piace fare un pasto sontuoso -- e mi piace pure molto. Non saremmo naturali se non lo facessimo.
-- inedito
Avatar utente
aran
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 444
Iscritto il: 24 settembre 2007, 6:00
Località: Salerno

Messaggio da aran »

Molto interessante, Luciano. Grazie!
jb
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 69
Iscritto il: 9 gennaio 2006, 6:00
Località: Vancouver

Re: PLEASE CONSIGLI/DISCIPLINE PER RESISTERE ALLE TENTAZIONI

Messaggio da jb »

Hello Jackie,
Jackie ha scritto:"Cerco consigli / metodi / discipline per raggiungere l'obiettivo della costanza".
La costanza che Tu stai cercando la troverai gradualmente nel tempo attraverso la maturazione ed il rafforzamento di queste due fondamentali consapevolezze:

- 1. Che quella dietetica e' una delle due piu' potenti dipendence con cui un Essere Umano possa mai confrontarsi. Le sue radici partono dal buio dei tempi e, come tentacoli, si avvinghiano ai nostri geni. Solo con una realistica valutazione della forza del nostro avversario, noi possiamo avere una realistica potenzialita' di sopraffarlo.

- 2. Che la dieta proposta dal Prof. Ehret - al di la' della capacita' di ricostruire a nuovo un Essere Umano sul piano fisico e psichico - contiene in se l'insospettata implicazione del radicale travolgimento della nostra Civilta'. Per la prima volta nella Storia, infatti, ognuno di noi verrebbe a trovarsi a fare NON la solita rivoluzione "nella gabbia" di sempre, ma la nuova, vera rivoluzione "contro la gabbia".

In possesso di queste due consapevolezze Ti troverai sola nella marea Umana ma forte in compagnia della Verita'.

Ciao e buon viaggio!

jb Mirabile-caruso.
Avatar utente
astrid
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 62
Iscritto il: 19 marzo 2007, 5:00
Località: San Dona

Messaggio da astrid »

Ciao Jackie, intanto la prima cosa per evitare queste tentazioni è non comperarle . Io spesso sono tentata metto nel carrello e poi rifaccio il giro e ripongo tutto il superfluo negli scaffali mi limito solo ai prodotti che i miei familiari consumano abitualmente. Compero dei palliativi come prugne secche fichi secchi datteri albicocche secche anche banane secche nei momenti difficili le banane suppliscono alla voglia di sgranocchiare e se mescolate a tipi diversi di frutta essiccata calmano quel desiderio di consistenze diverse .Poi un bell'esamino di coscienza non guasta del tipo perchè ho voglia di questo? perchè sono così giù? se mangio la cioccolata cambia qualcosa?la risposta spesso è sì mi sento meglio perchè associo la cioccolata a momenti gratificanti ..le feste il natale ecc..allora mangio una mela e penso ad un momento bello della mia vita ad un bel ricordo ecc. la mela con un po' di esercizio dventerà come la cioccolata la pizza e qualsiasi altra tentazione. Provaci e fammi sapere
mascalzong
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 96
Iscritto il: 29 giugno 2007, 6:00
Località: Mestre

rigenerazione della razza..

Messaggio da mascalzong »

L'indizio per la rigenerazione della razza si trova proprio qui.

Per ere i nostri moralisti e riformatori hanno scambiato l'incrostamento umano per rivestimento umano.
parole d'oro..

L’alimentazione è un questione emozionale, sulla quale per millenni l’umanità ci ha sguazzato senza porsi domande, solo un genio, quale Ehret, e forse pochi altri a me sconosciuti, hanno intuito la verità, riconoscendo l’evidenza, mi accorgo che eventuali voglie non sono realmente correlate alle attuali sensazioni, ora se mangio qualcosa di sbagliato, è per un richiamo della mia memoria ad emozioni del passato, basta imparare a sostituirle con nuovi elementi, quelli della dieta naturale dell’uomo, ciò avviene con le stesse metodologia, come cambiare un’abitudine o una credenza, all’inizio ci vuole volontà poi è il fisico a guidarti, le papille gustative ti ricordano che le emozioni sensitive legate a vecchi cibi appartengono al passato, come vecchi amori, sarebbe come essere innamorati di una persona, quella attuale, ma farci all’amore pensando ad un’altra.. o non si è realmente innamorati oppure non si è pronti per una relazione importante, quella con questa dieta è una relazione importantissima, almeno per me, un gesto d’amore per me stesso e per la verità..
tutto qui, in realtà se ci penso non mi costa nulla, in confronto ai vantaggi, allo stato attuale inestimabili, tutto qui..
E non finirò mai di ribadirlo ;)
Una grande visione è necessaria. L’uomo che la possiede deve seguirla, come l’aquila segue il blu più profondo del cielo..

o come il ragazzo segue l´aquilone ;)
Avatar utente
Tyler
Veterano
Veterano
Messaggi: 957
Iscritto il: 11 dicembre 2006, 6:00
Località: Catania
Contatta:

Messaggio da Tyler »

Informazione, Informazione, Informazione.
Consapevolezza, Consapevolezza, Consapevolezza.
Se sai che un determinato cibo è spazzatura e ne sei consapevole non lo ingerisci, non lo cerchi, semplicemente non lo calcoli proprio, proprio come se non esistesse.
Saluti...
Nessuno è più schiavo di chi è falsamente convinto di essere libero. E noi siamo tutti schiavi. Schiavi del SIGNORAGGIO.
Avatar utente
alexa
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 98
Iscritto il: 2 giugno 2007, 6:00
Località: Venezia

Messaggio da alexa »

astrid ha scritto:Compero dei palliativi come prugne secche fichi secchi datteri albicocche secche anche banane secche nei momenti difficili le banane suppliscono alla voglia di sgranocchiare e se mescolate a tipi diversi di frutta essiccata calmano quel desiderio di consistenze diverse .
anche io faccio così, i primi tempi di transizione avevo voglia di tutto, allora supplivo con frutta secca, semi, se avevo molta fame allora il prossimo pasto mangiavo una gran quantità di verdure cotte... ora sono passati 6 mesi, non ho più quella gran fame, mi serve mangiare molto meno, e anche le voglie di conseguenza non ci sono più, anche se cucino per i miei cari di tutto di più :evil: ... loro non capiscono come io non abbia voglia di tutte quelle cose che cucino, il punto è che non li considero cibi... il corpo dopo 6 mesi non me li chiede più.

Evviva, è un buon risultato! Vedrai che con un pò di pazienza anche tu supererai l'ostacolo, in gamba!

Ciao :D

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti