ciclismo

Questo è lo spazio dedicato a coloro che sono sportivi che praticano la dieta di Ehret.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
999999999
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: 15 luglio 2008, 6:00
Località:

20 luglio 2008, 15:52

sto leggendo il libro e vorrei iniziare,una volta finito,la transizione.
volevo sapere(essendo un ciclista)ci sono precauzioni da osservare?
qualcun'altro è passato in questa situazione prima di me?
non vorrei perdere in prestazioni,dato che il ciclismo è uno sport prevalentemente atto alla resistenza.
grazie a tutti
ciao
Avatar utente
ninjetta
Newbie
Newbie
Messaggi: 48
Iscritto il: 24 giugno 2008, 6:00
Località: Conegliano (Treviso)

20 luglio 2008, 16:30

Ciao :)
Non sono una ciclista, ma faccio regolarmente sport. Nei primissimi giorni le mie prestazioni non erano granchè, mi sentivo fisicamente stanca. Poi però, andando avanti, ho avuto modo di recuperare e qualche volta ho visto notevoli miglioramenti (un giorno sono arrivata a fare di seguito 160 addominali senza sentirmi stanca. Un record mai pensato per me :D ). L'importante è avere pazienza e essere positivi :D
Ciao
Avatar utente
999999999
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: 15 luglio 2008, 6:00
Località:

21 luglio 2008, 8:33

provo e vi farò sapere..
per ora grazie :)
Avatar utente
strassaro
Newbie
Newbie
Messaggi: 10
Iscritto il: 9 luglio 2009, 6:00
Località: padova

26 agosto 2009, 22:26

Ciao 999...
Anch'io sono ciclista, corro a discreti livelli come amatore e faccio pure gare.
Vediamo un po' di radunare i ciclisti del forum, per cui ti invito alla ricerca
Penso che ci si potranno scambiare numerosissimi e preziosissimi consigli.
Avatar utente
bosi74
Newbie
Newbie
Messaggi: 21
Iscritto il: 10 settembre 2009, 6:00
Località: san martino di lupari padova

22 ottobre 2009, 19:21

Ciao io non faccio gare ma la domenica non si scherza!!!
I miei risultati sono questi dopo 4500km rendimento scarso, non riuscivo a concludere il giro con il gruppo dei migliori appena iniziava la salita addio. A fine agosto incontro il libro a metà settembre sono in piena disintossicazione con perdita di peso e calo delle prestazioni fisiche.
Adotto questa tecnica dal lunedì al venerdì:
Mattino:acqua miele(di casa) e limone
Mezzogiorno:frutta varia
Sera:Frutta e verdure
Sabato:
Mattino:Idem
Mezzogiorno:un pò di pasta
Sera:quello che capita tipo pizza carne
Domenica:
Mattina:Idem
e poi si parte in bici con 2 boracce piene di acqua miele limone
Risultati STRAORDINARI:tempi di scalata Forcella Mostaccin tempo record da magro 12,30 minuti da grasso mai sotto i 16minuti ora con 80kg 13,24 minuti non male. Per il resto ho incominciato a tirare instancabilmente il gruppo cosa che non mi riusciva da anni!!! Il mio obiettivo è di superarmi oltre agli amici anche i miei limiti di quando da piccolo correvo agonisticamante record 10,40minuti il prossimo hanno lo straccio.Alle prossime ciao
Avatar utente
dodoedo
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 79
Iscritto il: 17 settembre 2008, 6:00
Località: savona

23 ottobre 2009, 17:10

Ti scivo da ex accanito agonista ed attualmente comune cicloamatore , per quanto mi riguarda le prestazioni non sono ne aumentate ne diminuite tantomeno la resistenza ,la cosa che mi continua a sorprendere e che parto per i miei soliti 50/70 km con 800/1000 mt di dislivello al mattino senza colazione e con 300/400 ml di succo di frutta nella borraccia, mentre in passato consumavo almeno 1000kal di alimenti per il medesimo giro.
ricordati pero' che i primi periodi di transizione ci saranno notevoli alti e bassi in fatto di prestazioni.
edo.
Avatar utente
bosi74
Newbie
Newbie
Messaggi: 21
Iscritto il: 10 settembre 2009, 6:00
Località: san martino di lupari padova

29 ottobre 2009, 22:19

dopo 15 giorni di astinenza totale dalla bici pensavo di aver perso lo smalto delle altre belle uscite domenicali,invece spronato dalla concorrenza del team forza lupi del mio paese,abbiamo scalato il san luca sopra marostica in 22minuti arrivando con il gruppetto dei migliori.Detto ciò anch'io capisco di non andare forte come gli anni migliori ma erano almeno tre anni che provavo e riprovavo a restare con i più bravi in salita e non ci riuscivo con ehret in neanche due mesi ho ottenuto quello che volevo.Per adesso!
ciao alla prossima
Avatar utente
ursamajor
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 519
Iscritto il: 16 settembre 2007, 6:00
Località: Rufina (FI)

8 novembre 2009, 11:13

Ciao,
io dopo 2 anni e mezzo di transizione ed ora qualche mese di 80% frutta e 20% verdure ho tanta di quella energia che l'anno scorso mi sono comperato una montain.bike per scaricare questa energia.
A volte mi meraviglio di me stesso, tieni conto che sono microcitemico (globuli rossi più piccoli della norma) quindi anemico e la mia resistenza non è mai stata un gran chè.. ma ora faccio ore di bici in salita senza stancarmi più di tanto. Doloretti da varie pati del corpo spariti. Ritorna qualche cosa quando mi capita di "sgarrare" con cibi mucosi.
Sono molto soddisfatto da questo punto di vista!
"La nostra immaginazione è il solo limite che ci separa da quello che saremo in grado di ottenere in futuro"
"Get out of cooked food as soon as possible…why ? Because your whole life depend on it!" - Genesis Sunfire
Avatar utente
strassaro
Newbie
Newbie
Messaggi: 10
Iscritto il: 9 luglio 2009, 6:00
Località: padova

23 novembre 2009, 19:53

Anch'io inizialmente ho ottenuto ottimi risultati, fino al momento in cui ho dovuto indirizzare le mie forze per ricavarmi di nuovo il mio spazio attorno dato che non mi riconosceva più nessuno tra le persone che mi vivono vicino.
Per cui, come sta scritto in molti post, ricordare la ferrea legge "mens sana in corpore sana" in ogni momento.
Quando poi il nostro corpo è disintossicato e pure la mente, le montagne le scaliamo come i campioni anche con il triciclo usato in infanzia! Volere è potere, ora!

Ora ho ripreso gli allenamenti, constato anch'io alla grande che le mie "pile" durano molto più a lungo.

E' un nuovo mondo ( e modo) di correre da scoprire, dato che correrò alle granfondo (partecipo alla Sportful) è interessante scoprire come affrontare queste lunghe prove, in fatto di idratazione e alimentazione, per cui attendo consigli se qualcuno ne ha.

Io ne do qualcuno:
- non usate le calorie, i joule, btu ... da studente si ingengeria energetica vidico che le medesime servono solo alla calcolatrice e non al fabbisogno del nostro tempio.
Esse valutano solo l'energia termica dell'alimento (quella che viene fuori se li bruci) e non l'energia VITALE che è quella che serve a noi.
- ascoltarsi. Uno degli aspetti che mi ha fatto scoprire Ehret, è l'aver cominciato ad ascoltare il mio corpo.
Ora lo faccio sempre: ci parla in infinito presente, quando poi le cose mi girano male in testa me lo fa notare in tutte le salse, e soprattutto la bici non va più avanti.
Rispondi
  • Informazione