irrigidimento mattutino degli avambracci

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
pispola
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 61
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 5:00
Località: Mantova

28 novembre 2006, 17:27

Dunque un breve sunto della mia esperienza ehretista: ho 26 anni, ho cominciato da quasi 2 mesi con la dieta senza muco, e forse in modo un po' brutale, nel senso che sono passato nel giro di una settimana a una dieta di frutta e verdura pressoché completamente crude, integrandoli con della frutta essicata (datteri, fichi), secca (noci, nocciole, mandorle) e germogli. Ho perso 5 kg nelle prime 2 settimane, durante le quali ho anche sperimentato le sensazioni meno positive in quanto a debolezza, da quando ho cominciato ne ho persi 6-7 in tutto, la forza va abbastanza bene, anche se durante alcuni giorni mi sento più straccio, e in quei casi cerco di mangiare più frutta secca e semi. Nel complesso mi sembra di stare comunque bene, e anche le mie prestazioni sportive (se così si possono chiamare) non accennano a diminuire, anzi sono migliorate.
E ora veniamo al problema. In questi ultimi tempi mi capita una cosa un po' strana: nello stato di dormiveglia, specie al mattino quando mi sveglio, ho tutti gli avambracci e la parte mignolo-anulare irrigiditi, una cosa che non mi era mai successa. A cosa può essere dovuto? Mi è venuto in mente il test del pugno chiuso di Panfili, forse la disintossicazione mi altera il ph del sangue acidificandolo. Oppure è un segno che sto esagerando e che dovrei tornare a mangiare un po' di cereali o legumi? Grazie a chi mi sa dare qualche consiglio.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13233
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

29 novembre 2006, 0:47

Ciao Pispola,
sono sintomi prodotti da tossine che si smuovono, come pure dovuti a vertebre che cambiano leggermente posizione comprimendo dei nervi o vasi sanguigni. Si tratta di mezzi millimetri, cose che gli ortopedici non vedono, se fai una radiografia e gliela fai vedere ti dicono che è tutto a posto e ti danno il lasonil da spalmare per scaldare il muscolo o cose del genere.
E' una cosa che bisogna passarci attraverso, e può succedere che quando i sintomi finiscono poi ricompaiono ad intervalli più brevi e meno intensi per poi scomparire, ammesso che fai la dieta nel modo corretto.
Non so se fumi, il fumo contribuisce al problema.
Luciano.
Avatar utente
pispola
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 61
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 5:00
Località: Mantova

29 novembre 2006, 11:12

Ciò mi rassicura e mi conforta. Mi sembra di star seguendo la dieta in modo abbastanza appropriato, almeno mi sto sforzando di seguire e interpretare nel modo più appropriato per me i consigli di Ehret, cercando di ascoltare ogni giorno le nuove sensazioni. Grazie.
Rispondi
  • Informazione