stufato

Qui si possono proporre ricette della Dieta Senza Muco e di Transizione

Moderatore: luciano

Rispondi
Karon
Newbie
Newbie
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 gennaio 2009, 6:00
Località: milano

13 gennaio 2009, 17:44

Salve,
Oggi mi ero messo in testa di fare lo stufato, ma essendo autodidatta in culinaria ho fatto un casino.
Ho letto su internet che stufare vuol dire "cuocere a fuoco bassissimo in poca acqua".Io ho tagliato le verdure e le ho messe a stufare ma dopo 10 min tolgo il coperchio e vedo che il fondo si era bruciato e incrostato.
C'e' qualcuno che mi sappia spiegare come stufare senza dover buttare la pentola?
Grazie
Genesi 1,29:
E DIO disse: "Ecco io vi do ogni erba che fa seme sulla superficie di tutta la terra e ogni albero che abbia frutti portatori di seme; questo vi servirà di nutrimento."
marygold
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 68
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 6:00
Località: bologna

13 gennaio 2009, 23:16

Ciao hihi....

è capitato a tutti credo..
di bruciare verdure e pentola..
Io uso una pentola antiaderente con il coperchio di vetro.Ne esistono di varie marche costo medio 25 euro. Ti permette di usare poca acqua senza combinare disastri e senza che si bruci nulla.
Ciao!
Avatar utente
Calogero
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 96
Iscritto il: 10 dicembre 2008, 6:00
Località: Firenze

14 gennaio 2009, 0:42

Sarebbe meglio disfarsi di padelle e pentole antiaderenti (io l'ho già fatto da un anno), perché ormai è accertata la tossicità del materiale di rivestimento.
In Italia cesserà la commercializzazione dal 2015, mentre negli Stati Uniti è già cessata da qualche anno. Le solite politiche commerciali idiote; intanto possono continuare a vendere tranquillamente.
Per stufare vanno benissimo le comuni pentole e padelle di acciaio inox.
Non si può pretendere che la cucina faccia tutto da sé; quindi si mette a cuocere con un pochino di acqua e ogni tanto si controlla che l'acqua non evapori completamente, e in tal caso se ne aggiunge un pochino; poi qualche rigirata ci vuole ogni pochi minuti, quindi è bene non concentrarsi su altre faccende quando ci sono i fornelli accesi.
Avatar utente
Foca
Veteran
Veteran
Messaggi: 617
Iscritto il: 24 giugno 2008, 6:00
Località: Agliana Pistoia

14 gennaio 2009, 10:26

Certo, Calogero, hai ragione.
Anche a me è capitato a volte, di bruciare qualcosa :( , nel tentativo di non sprecare tempo.

A me piace cucinare anche nelle pentole di coccio, a volte.

Ci potrebbero essere delle controindicazioni? Non credo, ma lo chiedo per scrupolo. :wink:

Buona GUARIGIONE a tutti. :lol:

Patrizia
"Dammi la possibilità di eliminare, di riparare, con il meccanismo del corpo!" "Trova il tempo di rimanere "ammalato" per alcuni giorni o settimane, e io ti aiuto! <<Rimani fermo, tranquillo, riposa, dormi e NON MANGIARE!>>"
Avatar utente
Calogero
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 96
Iscritto il: 10 dicembre 2008, 6:00
Località: Firenze

14 gennaio 2009, 18:23

Il coccio va benissimo (non per niente sono de coccio pure io :lol: ).
Certo, è successo anche a me 2 o 3 volte di bruciare verdura e padella (pure quella antiaderente), per voler fare troppe cose.
Da un anno uso le pentole della AMC, che sono eccezionali; con pochissima acqua posso cuocere ortaggi vari (anche le patate con la buccia) in 2 minuti, senza rischi di bruciare alcunché. Sono carissime, ma è una delle poche spese per tutta la vita.
Avatar utente
fisico
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: 9 marzo 2009, 5:00
Località: carpi
Contatta:

14 marzo 2009, 10:26

Ciao è meglio non usare pentole di coccio...non tanto x il coccio "ceramica" ma x le vernici con cui le trattano che rilascia particelle ..è meglio usare le pentole di acciao inox ..
se non vuoi che attacchi la verdura prima spennella la pentola con olio extra vergine di oliva ,pochissimo poi metti le verdure a saltare e alla fine l'acqua ..poi copri..vedrai che bel risultato.
Rispondi
  • Informazione