Ancora sul clistere.

Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".

Moderatori: luciano, Moderators

Regole del forum
Discussioni su Arnold Ehret e l'Ehretismo. Possono partecipare tutti gli utenti iscritti che hanno letto il libro sulla "Dieta Senza Muco".
Non c'è posto per commenti su ideologie politiche, disinformazione, ecc, che possono trovare posto su altri siti pertinenti. Questo è il forum della dieta di Ehret.
Rispondi
orso
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 8 febbraio 2007, 6:00
Località: Alto Vicentino

28 marzo 2007, 10:46

Quando ho iniziato la dieta di transizione, è subentrata immediatamente una forte stitichezza. Poi ho rimediato con la zuppa di cipolle. Mai fatto clisteri in vita mia. Ho letto e riletto il libro, i vostri post in proposito e ho ben compreso. Mi sono quindi procurato l'equipaggiamento e sarei pronto.
Però c'è un problema. Dpo l'iniziale periodo di stitichezza, adesso le mie evacuazioni sono frequenti, abbondanti, non formate e parecchio maleodoranti, in pratica mi sembra di espellere più di quanto introduco.
In queste condizioni ho timore ad iniziare i clisteri.
Riflettendo su me stesso, credo che la mia mente razionale abbia compreso l'utilità dei clisteri, ma che nel profondo il mio corpo non li accetti e che, impaurito dall'eventualità, reagisca con evacuazioni sin troppo abbondanti.
Sono piuttosto confuso.
Frei lebt, wer sterben kann.
Avatar utente
arca
Veterano
Veterano
Messaggi: 980
Iscritto il: 30 luglio 2006, 6:00
Località: prov. di Siena
Contatta:

28 marzo 2007, 14:25

adesso le mie evacuazioni sono frequenti, abbondanti, non formate e parecchio maleodoranti, in pratica mi sembra di espellere più di quanto introduco.
In queste condizioni ho timore ad iniziare i clisteri.
Adesso è proprio il momento giusto.
Le feci dovrebbero essere compatte e fatte scivolare dallo strato naturale di muco della mucosa intestinale affinché nell'intestino non vi rimanga più nulla come residuo capace di putrefare e di alterare la flora batterica.
In pratica dovrebbero essere come "avvolte" da un sottile strato di lubrificante.
Ti dico che è il momento giusto proprio perché il fatto che le feci non essendo formate e maleodoranti, immagina cosa lasciano dentro di residuo... che viene riassorbito.

Ci può essere confusione su un argomento fin quando uno dei fattori che la riguardano non viene chiarito. Se dici di aver ben compreso TUTTE le informazioni che dici di aver letto, passa alla parte pratica ed allinea questa cosa alla teoria e vedrai che la confusione sparirà, altrimenti scopri se c'è qualcosa in ciò che hai letto su cui non hai ricevuto sufficiente comprensione.
Facci sapere.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

28 marzo 2007, 15:50

orso ha scritto:In queste condizioni ho timore ad iniziare i clisteri.
Timore di cosa? Cosa potrebbe succedere, se ti facessi un clistere, da indurti timore?
orso
Newbie
Newbie
Messaggi: 32
Iscritto il: 8 febbraio 2007, 6:00
Località: Alto Vicentino

28 marzo 2007, 19:42

Mah, non so bene. Il timore deriva dal fatto che tutto pare succedere troppo in fretta, al punto che penso di riprendere a mangiare un po' più di cibo tradizionale e di diminuire la frutta e la verdura cruda. Voglio andare piano perché, vista la mia condizione, mi sono dato anni e non mesi di dieta di transizione.
Quello che dice Arca è corretto e comprensibile anche per me. Certo che in questo periodo mi sento così vuoto causa evacuazioni esagerate che ho l'impressione che un clistere mi metterebbe ko. Inizierò con delle perette e vedrò come va.
Dimenticavo. Mi sento vuoto e come "galleggiante", però sto bene e non sono debole. :?
Frei lebt, wer sterben kann.
Rispondi
  • Informazione