Essere o non essere

Quando non sai dove mettere il tuo messaggio mettilo qui. Se devi fare delle battute, falle qui. Non sono permesse battute sulla dieta o sugli utenti.

Moderatore: luciano

Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13269
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

30 luglio 2010, 14:36

Sto preparando un articolo, mi piacerebbe conoscere il parere di chi ha piacere a rispondere a questo post

Pongo delle domande e chiedo di rispondere a quella che corrisponde maggiormente al tuo modo di pensare.

1. So che sono un essere spirituale immateriale. Perchè?

2. Credo ma non ho certezza che sono un essere spirituale. Perchè?

3. Non sono un essere spirituale. Perchè?

(Non si vince niente, non è un concorso a premi... :lol:
Avatar utente
peonia
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 152
Iscritto il: 11 dicembre 2009, 6:00
Località: ivrea to

30 luglio 2010, 19:21

Si so che sono un essere spirituale, immateriale, perchè mi fido delle mie percezioni sottili, e dentro di me l'ho sempre saputo, senza bisogno che qualcuno me lo dicesse, ne sono profondamente certa e so che è l'unica cosa veramente reale ed importante ciao Peonia
Kiefer
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 252
Iscritto il: 14 gennaio 2009, 6:00
Località: prov. Trapani

30 luglio 2010, 19:33

Al momento so di essere un essere spirituale, oltre che materiale. Quando morirò fisicamente sarò solamente un essere spirituale. Credere di essere solamente un essere materiale o di essere sia un essere materiale che spirituale che non avrà altra vita dopo la morte, è a mio avviso sbagliato, perché credo che non avrebbe senso la nostra vita se non ci sia la vita dopo la morte. Siamo sempre degli esseri spirituali. Durante la vita terrena siamo anche degli esseri materiali. Il fatto è che siamo un puntino su di un quadro, e poiché siamo tali non possiamo osservare il quadro nella sua interezza. Per questo le persone hanno pareri discordanti sull'esistenza.
Avatar utente
daleo
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 546
Iscritto il: 15 gennaio 2010, 6:00
Località: Cesena

30 luglio 2010, 20:44

N. 2 perchè mi piace credere nella reincarnazione.
Avatar utente
adda
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 187
Iscritto il: 4 giugno 2010, 6:00
Località: Siena

30 luglio 2010, 21:43

sono un essere spirituale .
che abita un corpo attraversato da energie e stimoli esterni tangibili e non.

emano energia positiva quando le condizioni di rispetto dello spirito sono trasparenti e non condizionate dall'esterno e dal vissuto.


La risposta a tutti gli stimoli che mi raggiungono esce sotto forma di energia e di atti materiali.


l'energia attraversa tutti gli spiriti ed i corpi dando a ciascuno la forza e la debolezza di esistere.

quando riusciamo a capire che l'energia ci attraversa riusciamo ad andare oltre ciò che vediamo e che sentiamo a volte collegandoci con altri se pur non sono li con noi né lo è il loro corpo
«Tu prova ad avere un mondo nel cuore | e non riesci ad esprimerlo con le parole. (da Un matto)»
Fabrizio De André
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13269
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

30 luglio 2010, 22:46

Kiefer ha scritto:Il fatto è che siamo un puntino su di un quadro, e poiché siamo tali non possiamo osservare il quadro nella sua interezza.
Sostituirei poiché con finché. :D
Avatar utente
braveheart
Veterano
Veterano
Messaggi: 806
Iscritto il: 29 aprile 2008, 6:00
Località: prov. Como
Contatta:

31 luglio 2010, 19:42

So che sono un essere spirituale immateriale perchè l'ho intutito, percepito e sperimentato.

Negli ultimi anni ho conosciuto persone di un certo spessore, che mi hanno parlato ed avvicinato alla spiritualita'.
Ho letto qualcosa, tra cui anche tutti i tuoi articoli a riguardo, ma la certezza assoluta l'ho avuta praticando il kung-fu cinese per 4 anni.

Per non dilungarmi troppo, secondi i cinesi ( popolo di grandi pensatori da migliaia di anni ) ci sono 3 energie diverse nell'essere umano : fisica - mentale - spirituale .
Quest'ultima viene detta "Shen" e si manifesta negli occhi, nello sguardo.
Praticando forme di kung-fu estenuanti, che mirano soprattutto alla sviluppo dello shen, sentivo il corpo che non reggeva piu' allo sforzo, ma veniva sostenuto da qualcosa che avevo dentro, e non capivo cosa.
Allenandomi davanti agli specchi della palestra, notai il mio sguardo come non l'avevo mai visto, sembravo un'altra persona.

Inoltre, durante una seduta di meditazione, mi sono "staccato" dal corpo fisico e mi vedevo dall'esterno. Il tutto per pochi secondi.

Potra' sembrare assurdo, ma molte persone sono arrivate a questo stato, dopo anni di meditazione costante.
E c'è anche chi va ben oltre.
"Sta a ciascuno di noi scegliere se abbandonare la Terra e porre le nostre speranze in un'arca di Noe' spaziale o convertire la Terra nel paradiso terrestre che era in origine."
M. Fukuoka
Utente cancellato

1 agosto 2010, 8:46

1. So che sono un essere spirituale immateriale. Perchè?

siamo esseri spirituali sia materiali che immaterili in quanto come diceva Einstein E=MC² l'energia è uguale alla massa. E' tutto una continua trasformazione da materia ad energia, da energia a materia.
Da un atomo non si ricava forse energia nucleare? bene quindi la materia non è solo materia ma è anche energia.

Se uno scenziato osserva una particella e ci vuole vedere della materia ci vede della materia, se ci vuole vedere energia ci vede delle onde.

Detto questo, che siamo anche energia, siamo esseri spirituali in quanto l'energia di ogni cosa è la stessa per ogni essere vivente, ogni oggetto e cosa hanno la stessa identica energia,

la materia del nostro corpo è uguale alla materia delle altre persone e cose, alla materia di ogni altro essere dell'universo ed è uguale alla materia di ogni altra cosa dell'universo

l'energia dei nostri pensieri è la stessa ed è uguale all'energia dei pensieri di tutti,
questo è il far parte del tutto, sapere di essere tutto. Oltre a questo esiste l'ego che fa credere all'individuo di essere diverso o migliore di tutto il resto e li fa credere di essere al centro dell universo.
alkampfer
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 186
Iscritto il: 21 gennaio 2010, 6:00
Località: monza e brianza :D

1 agosto 2010, 10:48

in questo momento io non credo alla sopravvivenza di una personalità oltre la morte, semplicemente saremo riciclati (materia ed energia),come tutto.
3.non siamo esseri spirituali.
Avatar utente
ikxikx
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 536
Iscritto il: 15 febbraio 2008, 6:00
Località: S.Fermo (Como)

1 agosto 2010, 11:24

in questo momento io non credo alla sopravvivenza di una personalità oltre la morte, semplicemente saremo riciclati (materia ed energia),come tutto.
**************************************************************
Anch'io mi fermo qui....non riesco a passare oltre verso un fine spirituale...
che sia una limitazione?
la pratica è superiore a tutte le teorie
Educating Instead of Medicating
StefanoⓋRAW
Utente cancellato

1 agosto 2010, 13:20

la personalità è frutto della società, non siete di certo voi.
Ma detto questo non vuol dire che non bisogna avercela, ma esserne consapevoli di non essere lei così da evitare ogni forma di egoismo o egocentrismo.
sleppa

1 agosto 2010, 14:00

Io ho ricordi di quando "non c'ero"e di quando sono venuto "fuori",sembra paradossale lo so.
In realta' non so nemmeno se la parola ricordi sia corretta,sono piu sensazioni
La lingua italiana e molto limitata in questo senso,non esistono termini corretti che rendano smepre l'idea di cosa uno voglia dire.

Ho "ricordi" di quando ero dentro la pancia diciamo,ma alcuni sono antecendeti al "prima" del concepimento ,ossia prima del feto.
Per essere piu' precisi,ho ricordi del momento prima del concepimento,il passaggio.
Ricordo anche molto bene quando sono venuto al mondo,e la sensazione non e per nulla gradevole anzi.
La pace e la quiete che avevo "prima" non l'ho mai nemmeno lontanamente ritrovata nel mondo esterno.

Quindi io opterei per l'opzione 1

Cmq sta cosa l'ho gia' detta,ma dicono non sia possibile avere ricordi di quando si e feto,e acora piu' impossibile "prima"

Boh,saro' matto io.
ciao
Avatar utente
adda
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 187
Iscritto il: 4 giugno 2010, 6:00
Località: Siena

1 agosto 2010, 14:00

[quote="alkampfer"]in questo momento io non credo alla sopravvivenza di una personalità oltre la morte.............

trovo che "personalità" sia una manifestazione esterna dalla mente al corpo. prescindendo dal momento della morte, come se questa non si considerasse un passaggio .
«Tu prova ad avere un mondo nel cuore | e non riesci ad esprimerlo con le parole. (da Un matto)»
Fabrizio De André
Avatar utente
mauropud
Veterano
Veterano
Messaggi: 2003
Iscritto il: 22 luglio 2006, 6:00
Località: Milton Keynes

1 agosto 2010, 18:56

luciano ha scritto: 1. So che sono un essere spirituale immateriale. Perchè?
Perche' credo che la mente e' in grado di agire anche senza usare il corpo, o almeno questo e' cio' che la mia esperienza mi suggerisce.
Credo anche che la mente faccia parte dell'essere immateriale e che forse abitera' un altro corpo quando quello attuale cessera' di vivere.
Saluti
Mauro
"Ho avuto un´ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene." (anonimo?)
"How can I tell that the road signed to hell doesn´t lead up to heaven?" (Peter Hammill)
Avatar utente
bichette
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 223
Iscritto il: 15 febbraio 2009, 6:00
Località: Alghero

1 agosto 2010, 19:58

Bisognerebbe capire cosa si intende per essere spirituale....
Se si intende qualcosa di intangibile come l'energia allora sono d'accordo con alkampfer.
è frutto di una mente duale vedere le cose o da un lato o dall'altro... siamo sia spirituali (energia) che materiali e le due cose sono strettamente collegate, come ha chiaramente dimostrato Ehret.
quando muoriamo credo che il corpo fisico ritorni alla terra e quello astrale all'energia cosmica.
Rispondi
  • Informazione