dieta e magrezza

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
nugorazio
Newbie
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: 16 maggio 2008, 6:00
Località: elmas

buongiorno a tutti, sono arrivato alla seconda delle terze settimane della dieta di transizione non senza difficoltà causate anche dal fatto che ho contro mia moglie; tra i problemi quello più significativo è la mia magrezza, infatti, già sottopeso (cm. 1,72 per kg. 57), durante la dieta sono ulteriormente dimagrito di 5 chili, mi sento meno forte di prima tanto da avere il fiatone al mino sforzo. Allora mi sono posto alcune domande tra cui: 1) "i cibi che consumo sono sufficientemente ricchi degli elementi essenziali?"; 2) non assimilo carboidrati a sufficienza?. Alla prima domanda mi sono dato la risposta che, probabilmente, ai tempi del prof. Ehret la frutta e la verdura erano più sane e nutrienti. Preciso che non sempre utilizzo prodotti biologici e che ho integrato il pasto a base di frutta con altra essicata (datteri o uvetta). Qualcuno può darmi dei suggerimenti che mi consentano di proseguire più serenamente nel cammino intrapreso? Chiaramente, se dovessi dimagrire ulteriormente, ho fissato il limite dei 50 kg., dovrò integrare l'alimentazione con cibi tradizionali ovvero interrompere la dieta perché non ho intenzione di diventare magro come un fachiro. Ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente.


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
Curry
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 100
Iscritto il: 26 giugno 2007, 6:00
Località:

Magari sbaglio, ma mi sembra di capire che hai cominciato la transizione da due settimane in tutto.
Se è così, credo che l'errore sia stato nel partire seguendo le settimane di dieta scritte nel libro, che non sono la dieta di transizione. Quelle sono solo un esempio da utilizzare più avanti.
All'inizio vanno tolte poche cose, o anche solo diminuite, dipende da te.
Io non ho fatto fatica a togliere la carne, ma ci ho messo un paio di mesi, qualcosa di più col pesce. Coi lattini ci litigo ancora oggi dopo più di un anno.
Inoltre, 5 chili in due settimane (se ho capito bene) sono troppi.
Rallenta.
E vedrai che non litighi neppure più con tua moglie, che va sempre bene :D (lo dico da moglie :lol:)
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13328
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

marsupiale ha scritto:Gulp! Poi puoi inserire quotidianamente le patate al forno o deamidate in acqua, con cottura a vapore, oppure ancora fritte.
Fritte uhm...
Meglio di no, gli oli si degenerano fino a diventare tossici quando si frigge. Al forno le patate si possono fare anche senz'olio, facendo un bel taglio in mezzo come quello delle caldarroste. In US le chiamano "Baked Potatoes". :D

Baked potato
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13328
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

No non hai avuto allucinazioni, è solo un mio suggerimento personale, ritengo che le cose fritte è meglio evitarle.

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi
  • Informazione