Polmonite

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
attacrack
Newbie
Newbie
Messaggi: 10
Iscritto il: 9 dicembre 2008, 6:00
Località:

Ciao, una mia amica ha avuto una bella polmonite in queste ultime settimane, adesso sta diciamo bene... prima che gli venisse era un periodo che mangiava molta frutta e verdura unita alla solita dieta onnivora, faceva piscina regolare 2 volte a settimana, la polmonite praticamente gli è venuta dopo tutto questo e a una domenica in cui ha preso un bel freddo... è stata a casa in malattia senza prendere neanche una aspirina perche pensava che fosse solo una tosse che sarebbe passata, poi viene il dottore e la fa ricoverare d'urgenza in ospedale per una bella polmonite dovuta a un batterio chiamato mycoplasma... la domanda che vi faccio è questa.. il batterio era gia presente e tanta frutta, verdura, il freddo che hanno sciolto e fatto movimentare tossine nell'organismo hanno alimentato il batterio e lo hanno fatto proliferare? e poi una settimana senza prendere medicine?? ancora peggio!!! è guarita in ospedale grazie agli antibiotici.. allora non capisco.. gli antibiotici servono ?? proprio non capisco... solo con la dieta di ehret sarebbe guarita aspettando solo piu tempo?? aspettando che questo batterio proliferasse e distruggendole un polmone?? forse mi sono espresso male ma credo si capisca.. aiutatemi a capire.. se mi viene una bella polmonite da paura, come la curo senza le medicine??
Avatar utente
mauropud
Veterano
Veterano
Messaggi: 2002
Iscritto il: 22 luglio 2006, 6:00
Località: Milton Keynes

Prima cosa "mangiava molta frutta e verdura unita alla solita dieta onnivora" significa "dieta onnivora" e quindi malattia imminente: e' solo questione di tempo.

Se tu poi credi ancora che i batteri causano le malattie mi sa che non hai neppure letto il libro, o se lo hai letto dubito che tu sia qui per praticare il sistema.

Quindi prenditi pure tutte le aspirine che vuoi se pensi che ti facciano bene, che noi ci arrangiamo molto diversamente. :D
Saluti
Mauro
"Ho avuto un´ottima istruzione. Ci sono voluti anni per liberarmene." (anonimo?)
"How can I tell that the road signed to hell doesn´t lead up to heaven?" (Peter Hammill)
Avatar utente
Antishred
Veterano
Veterano
Messaggi: 1285
Iscritto il: 16 giugno 2008, 6:00
Località: Torino

attacrack ha scritto:Ciao, una mia amica ha avuto una bella polmonite in queste ultime settimane, adesso sta diciamo bene... prima che gli venisse era un periodo che mangiava molta frutta e verdura unita alla solita dieta onnivora, faceva piscina regolare 2 volte a settimana, la polmonite praticamente gli è venuta dopo tutto questo e a una domenica in cui ha preso un bel freddo... è stata a casa in malattia senza prendere neanche una aspirina perche pensava che fosse solo una tosse che sarebbe passata, poi viene il dottore e la fa ricoverare d'urgenza in ospedale per una bella polmonite dovuta a un batterio chiamato mycoplasma... la domanda che vi faccio è questa.. il batterio era gia presente e tanta frutta, verdura, il freddo che hanno sciolto e fatto movimentare tossine nell'organismo hanno alimentato il batterio e lo hanno fatto proliferare? e poi una settimana senza prendere medicine?? ancora peggio!!! è guarita in ospedale grazie agli antibiotici.. allora non capisco.. gli antibiotici servono ?? proprio non capisco... solo con la dieta di ehret sarebbe guarita aspettando solo piu tempo?? aspettando che questo batterio proliferasse e distruggendole un polmone?? forse mi sono espresso male ma credo si capisca.. aiutatemi a capire.. se mi viene una bella polmonite da paura, come la curo senza le medicine??
Secondo me si potrebbe. Ehret parlava di "aria pulita, di notte e di giorno una finestra aperta per farla circolare (senza che il paziente prenda ancora più freddo però), clisteri, digiuno e limonata potrebbero salvare la vita a decine di giovani a cui invece viene dato riso bollito e latte per combattere la polmonite" - non ricordo su quale dei libri. In ogni caso, per noi dell'era moderna, che siamo intossicati come le cozze di porto, probabilmente schiatteremmo così. Ma chi lo può dire alla fine? Soprattutto se lei è una sportiva e mangiava tanta frutta e verdura, magari è un po'meno intossicata a livello generale.

Più di questo, non posso dirti. Se segui la dieta di transizione e/o senza muco stando attento e coprendoti bene (soprattutto nei primi tempi), scongiurerai ogni possibilità che ti venga la maggior parte delle "malattie comuni" e i "normali" malanni di stagione.

Paura della polmonite? Smettila di mangiare cibi mucosi e vedrai i risultati. I colpi d'aria, ti dimenticherai di cos'erano!

Ciaoo
Meglio la direzione giusta che la velocità
Avatar utente
cieliazzurri
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 164
Iscritto il: 14 ottobre 2006, 6:00
Località: Arco (TN)

attacrack ha scritto:Ciao, una mia amica ha avuto una bella polmonite in queste ultime settimane, adesso sta diciamo bene... prima che gli venisse era un periodo che mangiava molta frutta e verdura unita alla solita dieta onnivora, faceva piscina regolare 2 volte a settimana, la polmonite praticamente gli è venuta dopo tutto questo e a una domenica in cui ha preso un bel freddo... è stata a casa in malattia senza prendere neanche una aspirina perche pensava che fosse solo una tosse che sarebbe passata, poi viene il dottore e la fa ricoverare d'urgenza in ospedale per una bella polmonite dovuta a un batterio chiamato mycoplasma... la domanda che vi faccio è questa.. il batterio era gia presente e tanta frutta, verdura, il freddo che hanno sciolto e fatto movimentare tossine nell'organismo hanno alimentato il batterio e lo hanno fatto proliferare? e poi una settimana senza prendere medicine?? ancora peggio!!! è guarita in ospedale grazie agli antibiotici.. allora non capisco.. gli antibiotici servono ?? proprio non capisco... solo con la dieta di ehret sarebbe guarita aspettando solo piu tempo?? aspettando che questo batterio proliferasse e distruggendole un polmone?? forse mi sono espresso male ma credo si capisca.. aiutatemi a capire.. se mi viene una bella polmonite da paura, come la curo senza le medicine??
Mi ricordo, il mycoplasma...
Mi son trovata nella stessa situazione qualche anno fa, prima io, ho aspettato, aspettato, stavo sempre peggio, alla fine ricoverata d'urgenza, una botta di antibiotici, poi mia mamma, ricoverata un mese in ospedale, tra vari test hanno trovato l'antibiotico "giusto". Poi il mio compagno di allora, ricoverato anche lui, ma già si sapeva cosa dargli, poi mia sorella, che aveva subito preso l'antibiotico ed è rimasta a casa, in fondo, mio papà, che ai primi colpi di tosse si è preso l'antibiotico e tutto è finito li.

Quello che so' è questo: L'antibiotico, è anti-bio, anti vita, uccide qualsiasi germe che incontra, sia quelli benefici per il corpo che gli altri.
Se il corpo aveva un ottimo sistema immunitario questo non sarebbe accaduto.
Se non mangiavo allora una sfilza di latticini, pasta bianca e porcate forse non il mio corpo avrebbe risposto in maniera diversa.
I polmoni, vervono per vivere, uno scambio tra ossigeno e anidride carbonica, i polmoni rappresentano la vita, per il respiro che vi entra.

Ma con i se, non si va avanti.

Semplicemente i miei pensieri e l' atteggiamento non certo positivi di quei mesi hanno fatto si che questo si realizzasse, poi la mia alimentazione era quel era e il sistema immunitario idem.

Ci sono molteplici fattori, in primis i nostri pensieri, che ci possono far prendere una decisone o l'altra e il nostro corpo, quale magnifico strumento, reagirà di conseguenza.

Ciao! :P
Il mentale è anche espressione del nostro corpo, delle sue rigidità/fluidità.
Un corpo armonioso, flessibile, aperto, gioioso, rispecchia le caratteristiche di un mentale simile ad esso. Perciò qualche volta è più saggio agire che stare lì fermi senza fa
Avatar utente
attacrack
Newbie
Newbie
Messaggi: 10
Iscritto il: 9 dicembre 2008, 6:00
Località:

scusate, vorrei capire questo, mi viene una polmonite da panico, da ricover.... ma decido di non andare all'ospedale, ho tosse pesante, febbre alta, so che un batterio mi sta devastando il polmone, voglio rinunciare agli antibiotici che sono anti-vita... ditemi... che faccio x guarire??? aspetto che mi passi??
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13298
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

attacrack ha scritto:scusate, vorrei capire questo, mi viene una polmonite da panico, da ricover.... ma decido di non andare all'ospedale, ho tosse pesante, febbre alta, so che un batterio mi sta devastando il polmone, voglio rinunciare agli antibiotici che sono anti-vita... ditemi... che faccio x guarire??? aspetto che mi passi??
Se fossi in te andrei subito in ospedale.

Se hai una tosse da panico, se sai che un batterio ti sta devastando un polmone, dovresti correre al pronto soccorso e prendere gli antibiotici, perché magari non sai quali azioni fare per risolvere la situazione diversamente.

D'altra parte chi se la sentirebbe di darti un consiglio?

Chi lo sa qual'è il livello del tuo stato di intossicazione?

Poi una volta decimati gli animaletti che ti stanno divorando, ti rimetti, ripristini la flora intestinale, prendi vitamine, e una volta in sesto ti metterai a fare il sistema di guarigione di Ehret in modo tale che la situazione non si ripresenti.

A volte è necessario fare un passo indietro, non solo con il cibo.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13298
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

Quanto una persona sa è determinante per la guarigione. Se la persona sa che gli antibiotici la faranno guarire, non prendendoli non guarirà facilmente.

Se il paziente crede che una cura funziona e il medico no, il paziente vive.
Se il medico crede che una cura funziona e il paziente no, il paziente muore.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13298
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

attacrack ha scritto:mangiava molta frutta e verdura unita alla solita dieta onnivora,
Significa che era onnivora, aggiungere frutta e verdura non la rende diversa, anzi forse peggio con le fermentazioni in atto.

Gli antibiotici "servono" nel senso che uccidono i microrganismi, e la persona ha una tregua, ma non sono la soluzione, ma quando la situazione è a rischio possono servire.

Essere Ehretista non significa essere imbecilli. Se accidentalmente mi tagliassi la carotide mi farei immediatamente ricucire, anche se avessi il sangue più puro e le normali ferite mi si rimarginano senza problemi.
Avatar utente
braveheart
Veterano
Veterano
Messaggi: 800
Iscritto il: 29 aprile 2008, 6:00
Località: prov. Como
Contatta:

luciano ha scritto:Gli antibiotici "servono" nel senso che uccidono i microrganismi, e la persona ha una tregua, ma non sono la soluzione, ma quando la situazione è a rischio possono servire.
Scusa Luciano ma non m'è ben chiara una cosa : Ehret dice che la "malattia" è una sola e cioè il tentativo del corpo umano di eliminare rifiuti, disintossicazione .

Non potrebbe esserlo anche la polmonite ?

Inoltre, sempre Ehret ovviamente, dice che quando si prende un farmaco il corpo ferma la disintossicazione in atto ed inizia a eliminare la nuova sostanza tossica piu' pericolosa per l'organismo..ma allora non è sempre cosi :?:

Voglio dire, nel caso del farmaco antibiotico, il corpo lo elimina per poi riprendere a disintossicarsi, oppure è l'antibiotico che "elimina" gli eventuali batteri ? :roll:
"Sta a ciascuno di noi scegliere se abbandonare la Terra e porre le nostre speranze in un'arca di Noe' spaziale o convertire la Terra nel paradiso terrestre che era in origine."
M. Fukuoka
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13298
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

braveheart ha scritto:...Ehret dice che la "malattia" è una sola e cioè il tentativo del corpo umano di eliminare rifiuti, disintossicazione .

Non potrebbe esserlo anche la polmonite ?
Certo che anche la polmonite è un sintomo di disintossicazione. Questi sintomi sono prodotti dai microrganismi che stanno banchettando sui rifiuti che il tapino ha accumulato. Se uno fosse abbastanza disintossicato difficilmente si prenderebbe la polmonite.

Più è grave la malattia più il corpo è intossicato e per la maggior parte sarebbe difficile risolvere il problema da soli con pazienza, eliminando i cibi dannosi ecc. Se poi uno è arrivato nella zona rischio, è meglio che faccia fuori i microrganismi con gli antibiotici facendo quindi ridurre o scomparire i sintomi ( e il medico dirà:"Hai visto! Sei guarito!).

Poi se sa come stanno le cose, adotterà una dieta appropriata per ripulire il corpo dal materiale che produce la polmonite, incluso i residui dei farmaci.

Diverso è prendere antibiotici non appena si ha un raffreddore e un po' di febbre, basta cambiare alimentazione e si risolve tutto.

Ovviamente, nel caso dell'amica di attatrack, essendo onnivora, a dispetto della frutta e verdura aggiunta, le cose non possono che peggiorare, da raffreddore si arriva a polmonite o broncopolmonite.
Avatar utente
attacrack
Newbie
Newbie
Messaggi: 10
Iscritto il: 9 dicembre 2008, 6:00
Località:

cerco un altro chiarimento... ho la polmonite.. la febbre mi viene perche mi si mettono in circolo i veleni che ho accumulato in anni di cattiva alimentazione percio lo sfregamento ma fa alzare la temperatura, mi viene la tosse perche il mio corpo cerca di buttare fuori le sostanze e i batteri in eccesso che si nutrono delle mie sporcizie-tossine... ma non capisco... se in uno stato normale i batteri convivono con noi, si cibano delle nostre immondizie, se i batteri sono troppi interviene il sistema immunitario che li elimina.. evidentemente un sistema immunitario indebolito ha fatto venire la polmonite alla mia amica, ma PERCHE gli si è creata una ferita al polmone, sono stati i batteri a crearla?? e se sono loro i nostri diciamo "amici" a crearla.. i batteri si sono nutriti delle cellule della mia amica durante la polmonite? e se è cosi perche non lo fanno in condizioni "normali"?? Oppure.. sono le sostanze disciolte che si trovano nel polmone a creare la ferita? tipo una sostanza corrosiva e li si trovano i batteri?? se è cosi mi sapete dire che tipo di sostanze corrosive sono?? grazie per le risposte...ciao ciao
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13298
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

attacrack ha scritto:cerco un altro chiarimento... ecc.
Penso che dovresti chiedere a un medico.

Io non so cosa avviene nel corpo di un ipotetico malato di polmonite. So come evitare di prendermela e nel caso che la prendessi come curarmi.

Questo non è un forum che si occupa di come avvengono determinati processi, ma delle cause primarie e di come rimuoverle e con esse tutti gli effetti.

Quando ti lavi la faccia col sapone, penso che non ti chieda come sta agendo la schiuma sulla pelle perché il sapone toglie lo sporco, ecc.

So che il paragone non è molto azzeccato, ma vorrei farti arrivare il messaggio che è una perdita di tempo voler sapere cosa avviene, se sono i batteri o la loro cacca acida a lacerare i tessuti, piuttosto perché si stanno magnando le cellule, ecc. Oltre a farlo perdere a chi ti risponde per cortesia.

Si potrebbero dare tutte le risposte a tutte le tue domande, ma sinceramente mi pare che ci perdiamo nella significanza piuttosto che agire al fine di ottenere dei risultati.

Quindi se ancora necessiti di quel tipo di risposte questo forum non è in grado di risponderti avendo scopi differenti.

Dovresti provare su qualche sito di argomenti medici, anche se ritengo che sia un'ulteriore perdita di tempo.

La tua amica sta bene adesso? Non ha avuto ricadute?

Stai mettendo in pratica il sistema di guarigione di Ehret?

Facci sapere...ciao ciao.
Rispondi
  • Informazione