Vita sociale

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante.

Moderatore: luciano

Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

8 gennaio 2010, 23:06

Ciao a tutti!
Soltanto da 2 giorni seguo questo nuovo stile di vita (credo che definirla "alimentazione" sia riduttivo..:) e vi chiedo di aiutarmi circa un passaggio che penso abbiate affrontato: come state gestendo questa vostra scelta rispetto a familiari ed amici?
Ve lo chiedo perchè io non ho dubbi sul fatto che sia la scelta giusta per me, ma m'immagino gli ossessionanti commenti durante i pasti da parte di chi conosciamo. :x
So che questo è un mio punto debole, perchè un pò patisco il giudizio degli altri, tanto più che essendo magra, minuta, per tutta la vita mi sono sorbita le ramanzine di chi mi metteva in guardia da anoressia o patologie simili.
... ma poi perchè i colleghi che mangiano lasagne e tiramisù ogni giorno devono essere considerati normali, goderecci e io che faccio scelte sane mi devo vergognare?
Grazie per le vostre condivisioni, che mi daranno senz'altro più forza...sicuramente i risultati che si vedono fanno il resto, giusto? :wink:

Ale
mirialu
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 389
Iscritto il: 21 dicembre 2009, 6:00
Località: mantova

9 gennaio 2010, 0:18

Ciao Ale,nel mio caso non mangiare più carne da mesi è stata una scelta legata all'amore per gli animali,è stato difficile smettere perchè a causa dell'anemia mi convincevano che mi sarei ammalata se smettevo di mangiare le 2 volte che mi ero imposta e solo tacchino,poi ho cominciato ad informarmi che il ferro lo potevo assumere anche con i vegetali e vedevo che stavo bene me ne sono fregata di tutti e vado per la mia strada.Mio marito vuole la bistecca tutte le sere non diventerà mai vegetariano ma rispetta le mie scelte.Non devi giustificarti con gli altri se vai a casa da amici avvisali prima,e per i ristoranti ormai hanno tutti l'alternativa alla carne e ultimamente se ti guardi intorno sono tantissime le persone che nel piatto hanno solo verdure.Dici che sei magrina,anche mia figlia è molto magra mangia cose sane è sta bene e non le ho mai riempito i piatti o obbligata a mangiare ciò che non vuole.Un fisico come il tuo suscita l'invidia delle donne quindi ti dico ancora"fregatene"e fai ciò che vuoi senza ascoltare gli altri.
miria
Avatar utente
luisa
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 218
Iscritto il: 22 aprile 2007, 6:00
Località:

9 gennaio 2010, 9:21

anche per me il passaggio ad una dieta vegana molti anni fa è dovuto all'amore per gli animali. Il gusto personale mi ha aiutata nella dieta di Ehret, ho sempre prediletto frutta e verdura. Non è stato traumatico per nessuno, nè in famiglia, nè fra gli amici. tutti conoscevano le mie idee già prima e si sono adeguati, senza molte critiche. Ho una vita sociale abbastanza intensa, vado alle cene, trovo sempre frutta e verdura, faccio inviti e cucino onnivoro ovviamente per i miei invitati. Libertà di scelta e di pensiero credo siano fondamentali per il rispetto verso gli altri.
Tieni duro e sii fermo e coerente, si abitueranno tutti presto.
Buon fine settimana.
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

9 gennaio 2010, 20:10

Grazie Luciano e a voi che mi state sostenendo!
Mi viene in mente quando anni fa, ho iniziato a sentire verso la Fede un'attrazione profonda: passavo tempo infinito a speigare cosa stava funzionando per me, col risultato che ognuno di fronte si sentiva come minacciato e si poneva in antagonismo, facendomi vedere i limiti della spiritualità.
Oggi ho smesso di discutere, non spiego se non con vaghi accenni ciò in cui credo e spesso le persone sono talmente attratte da questo mio dire e non dire che sono loro a chiedermi di approfondire.
...un giorno alla volta affronterò le difficoltà che incontrerò, non è il problema di stasera... :D
Ale
Avatar utente
kaniz
Newbie
Newbie
Messaggi: 21
Iscritto il: 14 maggio 2009, 6:00
Località:

5 febbraio 2010, 14:26

E' un problema con cui dobbiamo confrontarci tutti. Non sei sola :D
Leggi le indicazioni di Luciano. Racconta davvero bene quello che vorrei dirti anche io.
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

10 febbraio 2010, 23:02

Vi aggiorno.. :)
Le mie prime uscite da quando sono in transizione, sono andate abbastanza bene, nei ristoranti sono riuscita a ordinare delle belle insalatone, accompagnate da verdure cotte.
Ieri sera invece la situazione mi è sfuggita di mano.
ho avuto una cena di lavoro, con medici, in una pizzeria dove avrei potuto tranquillamente seguire il mio piano alimentare abituale, ma...non mi sono osata! :oops:
Si, ho provato l'imbarazzo di dare forza alla mia scelta, sarei stata l'unica a non prendere la pizza: vedete, il problema non è la pizza, perchè l'ho presa vegetariana, oggi ho mangiato solo frutta e verdura, fatto un clisteri, insomma, niente di irrecuperabile, dato che sono ancora in transizione.
No, il problema è un altro: è che manco ne avevo voglia, mi sono fatta condizionare, perchè come spesso accade, l'occhio dei presenti cade nel mio piatto, così diverso dalle ordinazioni degli altri.
Che bella occasione di crescita! Ho voglia di muovermi più sciolta, oh ma possibile che non mi debba sentire libera di mangiare quel che mi pare e che mi sta facendo così bene?
Farò tesoro dell'esperienza, dandomi il tempo necessario per maturare forza e assertività!!
Ale
Avatar utente
glc69
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 227
Iscritto il: 2 aprile 2008, 6:00
Località: Roma

11 febbraio 2010, 9:50

Ciao swami863,
non mi sembra molto grave, anzi. Mi sembra che hai colto molto bene la dinamica di ciò che è accaduto e, nel momento stesso in cui agivi, avevi la consapevolezza della tua debolezza e dei tuoi stati emotivi.
E' stato, secondo me, molto più importante questo passaggio che non l'aver mangiato una pizza (del resto non era certo la prima in vita tua, no?).

Anche io ancora ne mangio talvolta (vegetariana e senza mozzarella, ovviamente) e senza rimpianti. In principio ho consolidato la mia posizione all'interno della famiglia, cosa che mi ha creato un po' di problemi in passato, perché per me è stato lo scoglio maggiore. Adesso che sono più "forte" sono molto sereno anche all'esterno e, ti dirò, sto anche iniziando a destare attenzione ed anche a fare proseliti.

Di sicuro sono contento di come sto procedendo anche se i ritmi sono più lenti di quanto avrei auspicato un anno fa.
Persevero.

Un saluto
Gianluca
Avatar utente
betula
Più di 300 post
Più di 300 post
Messaggi: 352
Iscritto il: 21 aprile 2008, 6:00
Località:

11 febbraio 2010, 10:11

Alcuni dei miei familiari mi prendono in giro quando mangio la pizza senza mozzarella. Passi per il prosciutto o la salsiccia ma la pizza senza mozzarella sembra essere un qualcosa di ridicolmente assurdo :roll:
Io nemmeno rispondo più, intanto quest'anno mi sono beccata solo un forte mal di gola passato in tre giorni (causa consumo di latticini) mentre intorno a me cadono tutti colpiti da malanni lunghi e perigliosi.
Chiusa la parentesi, non c'è nulla di male se durante la transizione (ma anche dopo) si cede una tantum alla tentazione. Neanche se lo si fa per quieto vivere o perchè ci si vergogna.
Siamo esseri perfettibili, non perfetti, e non dobbiamo sentirci in colpa per le nostre piccole debolezze.
alkampfer
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 186
Iscritto il: 21 gennaio 2010, 6:00
Località: monza e brianza :D

11 febbraio 2010, 10:12

brevemente per quanto riguarda la mia esperienza (ho tolto la carne da 1 anno e passa,formaggi e dolci vari da qualche mese,a regime piu rigoroso da un paio di mesi) all'inizio ho dovuto litigare con tutti, i miei, la mia ragazza, ora lascio che dicano quello che vogliano.ognuno la pensa come vuole in fondo.non vedo questo tipo di discussioni produttive.
(io intanto li guardo strafogarsi schifezze tutti i giorni senza problemi :D )
dopo che qualche mio collega voleva chiamarmi lo psicologo mi sono fatto una risata e ho lasciato la speranza di confronto con gli altri.
magari in futuro cambierà qualcosa, non so...
Avatar utente
glc69
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 227
Iscritto il: 2 aprile 2008, 6:00
Località: Roma

11 febbraio 2010, 11:25

Io ho smesso da tempo di "donare le perle ai porci"!
Non mi sento un eletto ne' una persona speciale però credo che "cercare di convincere" gli altri sia solo una perdita di tempo. Quando qualcuno si avvicina alle tematiche mi stanno a cuore genuinamente interessato apro completamente lo scrigno delle mie esperienze.
betula ha scritto: Io nemmeno rispondo più, intanto quest'anno mi sono beccata solo un forte mal di gola passato in tre giorni (causa consumo di latticini) mentre intorno a me cadono tutti colpiti da malanni lunghi e perigliosi.
Da due anni non ho più febbri lunghe e "strascicate" (solo un'impennata a 40° passata nell'arco di poche ore durante la notte), i mal di testa sono calati enormemente (da una frequenza che arrivava anche a 5 a settimana adesso mi viene ogni 3/4 mesi e sempre in seguito a qualche schifezza che ho assunto), e le analisi del sangue, per quel che valgono, sono ottime.

Credo proprio che non ci sia altro da dire ai detrattori dell'alimentazione naturale.

Un saluto
Gianluca
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

11 febbraio 2010, 21:50

La mia famiglia invece sta accettando per ora bene questo mio cambiamento, che poi non è così radicale, perchè farinacei ne mangiavo pochi anche prima, i cibi "sani", poco elaborati sono i miei preferiti da sempre.
Soprattutto vedono che non ho più mal di testa, mi vedono di buon umore, tranquilla e dopo anni di medici e di cure non possono che arrendersi all'evidenza!!
Circa gli amici, da un lato si abitueranno, dall'altra anch'io difenderò con più energia la mia scelta, la differenza tra quando mangio quando mangio frutta e verdura e quando pasticcio un pò la sento già da ora che è passato poco più di un mese.
U n giorno alla volta...intanto mi preparo per venire al convegno di Milano di Marzo, spero di conoscere qualcuno di voi, con cui magari ci stiamo già scrivendo.. :)
Ale
Avatar utente
curiosoboy
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 279
Iscritto il: 12 gennaio 2009, 6:00
Località: Napoli

12 febbraio 2010, 0:18

Anch'io prendo la pizza senza mozzarella anche perché sono intollerante al latte, i gusti che ordino:in autunno/inverno va bene scarola e olive oppure broccoli e funghi, in estate un'ortolana senza mozzarella, oppure è accettabile una marinara ovviamente senza acciughe, tutto l'anno :wink:
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

3 marzo 2010, 22:11

Ooopsss! Ricaaduta!!!
Ebbene si, oggi è stato un bel tuffo nel passato, ma vi racconto come ci sono finita dentro, perchè è da non credere!
Stamattina un amico, dopo che giorni fa mi ha visto a cena scartare il tonno da un insalata al ristorante, mi ha telefonato dicendomi che mi vede dimagrita, di stare attenta, che questo "regime Vegan" è troppo drastico ecc.
Se vogliamo lui è stato carino con me nel preoccuparsi, peccato che questo mi abbia fatto entrare nel panico: la mia mente ha immediatamente penasto che ho bisogno di ingrassare, che sicuramente ha ragione lui...ve la faccio breve: ho iniziato a spiluccare oggi alle 4 e ho finito poco fa!
Cibi mucosi che settimane non toccavo, zuccheri e qualche proteina in poche parole, una reazione di difesa da un senso di inadeguatezza che sentivo.
Ora ho 2 possibilità: piangermi addosso pensando a quel che ho interrotto e sciupato del mio percorso, oppure guardare questo episodio e imparare da esso! :)
Sicuramente vedo la mia vulnerabilità e la mia dipendenza dal giudizio altrui, vedo il poco rispetto per me stessa e la mia salute che alla fine oggi ho avuto, ma vedo anche la mia tenacia stasera nel rimboccarmi le maniche e, anche se un pò acciaccata, tirarmi su e continuare da dove avevo interrotto!
Coraggio Ale!!! :P
Grazie per aver condiviso con me questo momento!
Alessandra

P.S. E' vero, potrei aggiungere patate o pane tostato per prendere peso, ma ciò che mangio mi sazia e cibi di quel tipo non mi attiravano tanto neanche prima...
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

15 maggio 2010, 11:06

In questi giorni nel Forum leggo nuove condivisioni circa il condizionamento degli altri rispetto alla nostra alimentazione.
Bene, domani mi aspetta un bel pranzo al ristorante, in occasione di una ricorrenza di parenti! UAU :roll: purtroppo non sono parenti strettissimi, che mi capiscono e mi accettano ormai nel mio modo di mangiare di questi ultimi mesi.
No, sono persone con cui sono meno a mio agio: condivido con voi che farò come potrò, con naturalezza, non voglio ossessionarmi, cercherò il più possibile di fare scelte sane, che oggi sono quelle che amo di più, ma se dovesse essere troppo lo stress (mille domande, imbarazzo da parte mia) vada anche per un primo o quel che sarà, l'importante è anche godermi la piacevolezza dell'incontro.
Accettare benevolmente quelli che per oggi sono ancora i miei limiti lo sento sano, soprattutto dopo che tutti voi mi state condividendo come tutto sia accaduto...a piccoli passi!! :)
Rispondi
  • Informazione