Varietà dei cibi

Specifico sulla transizione, per chiedere suggerimenti, chiarire punti del libro a riguardo, descrivere sintomi comparsi all'inizio o durante.

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

Varietà dei cibi

Messaggio da swami863 »

Stasera vorrei confrontarmi con voi circa la varietà di cibi da introdurre nei pasti.
Penso a questo perchè mi accorgo che tendo a ripropormi spesso gli stessi cibi e riflettendo sul mio episodio di SGARRO dell'altro giorno mi chiedo se anche questo può c'entrare, ovvero la ripetitività.
Mi sembra che quelli che mangio siano i cibi che desidero di più, ma mi pongo con umiltà rispetto a questo sistema di guarigione e se avete qualche suggerimento, sono quà :P
A pranzo mangio prevalentemente frutta: quando ne mangio di un tipo solo sto benissimo, alterno datteri, kiwi insieme ad arance, da qualche giorno ho reintrodotto le banane, che delizia!!!
Spuntini di fruuta secca o un altro frutto.
A cena una base di lattuga, carote, olive mentre ogni sera vario la verdura cotta: una sera finocchi, poi carciofi, spinaci, broccoli.
Al massimo aggiungo un avocado o una patata al forno, non tutte le sere ovviamente.
Mi sento appagata, ma non vorrei privarmi di qualche nutrimento fondamentale: mi conforta il nostro libro in cui Ehret conferma che si potrebbe vivere (una volta disintossicati) anche con un solo tipo di frutta, tante necessità derivano forse più dai nostri preconcetti o paure...:)
Ale


La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Avatar utente
peonia
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 152
Iscritto il: 11 dicembre 2009, 6:00
Località: ivrea to

Messaggio da peonia »

Non sono ancora coì esperta, ma mi permetto di far notare che sino a quando non si è del tutto puliti, e questo arriverà con il tempo, per il corpo è importante la varietà, perchè ti arrichisce di tanti elementi, il nostro mondo si basa sulla varietà di speci, è fatto così perchè è importante lo scambio altrimenti la natura avrebbe previsto solo poche forme perchè sarebbero sufficienti. Da tenere in considerazione che quando uno si nutre entrano in gioco anche gli aspetti sottili portati dagli alimenti, quindi anche le esperienze vissute dai vegetali in questione, questo se si può credere che sono creature vitali anch'esse e che partecipano del tutto, e registrano quindi un esperienza Saluti Peonia
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

Messaggio da swami863 »

Grazie Peonia!
Ti va di condividere con me come questa varietà si traduce nella tua alimentazione di tutti i giorni? :wink:
...solo se ti fa piacere...

Grazie e bella giornata!

Alessandra
Avatar utente
peonia
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 152
Iscritto il: 11 dicembre 2009, 6:00
Località: ivrea to

Messaggio da peonia »

Ma io cerco di divrsificare molto su frutta e verdura, anche se mi farebbe piacere restare sulle cose di stagione e possibilmente a km o non lo faccio un pò per quello che ho già detto e poi anche per cambiare i gusti e non annoiare il palato, perciò le insalate sono ricche, cetrioli, ravanelli,topinanbur, daikon, la barbabietola tagliata a julien catalogna non troppo adulta tagliata finissima, peperone, pomodoro radicchio, pastinaca, anche quella tagliata come le carote, champignon con un pò di prezzemolo olio e limone, insalate varie, tutta la serie dei cavoli anche quello cinese che è molto delicato, poi un 10% di semi zucca girasole lino ecc Poi la frutta oltre a quella di stagione compero sempre avocado mango a volte papaja dipende se la trovo ananas e mi prendo anche l'uva perchè mi piace da morire, banane a volontà, a volte noci e simili ma pochi perchè non mi piacciono poi i fichi secchi, albicocche e prugne, questi ultimi li mangio sia per sciogliere che per non dimagrire troppo spero di esserti stata utile Peonia
Avatar utente
swami863
Veterano
Veterano
Messaggi: 1109
Iscritto il: 6 gennaio 2010, 6:00
Località: Torino

Messaggio da swami863 »

Sei stata preziosa, come tutte le vostre condivisioni! :P
Riguardo alle verdure o alla frutta ho ancora da togliermi delle paure figlie del vecchio percorso, tipo che il cavolo è difficile da digerire, che le banane sono astringenti ecc. ecc.
Sto sperimentando, ma di certo fra qualche mese avrò inserito dell'altro: per oggi la cosa che mi spiace di più è guardare dai vetri i pomodori, perchè pur mangiandoli da soli e senza condimento mi fanno gonfiare lo stomaco provocandomi un retro gusto amaro, come di ferro.
Voglio invece provare ad inserire i peperoni: da onnivora ogni volta che li mangiavo mi ritornava il gusto per tutto il giorno, soprattutto se li mangiavo cotti tipo peperonata, magari adesso li assimilo meglio, lo spero tanto perchè mi piacciono molto!
:wink:
efeso
Newbie
Newbie
Messaggi: 49
Iscritto il: 24 febbraio 2010, 6:00
Località: roma
Contatta:

Messaggio da efeso »

swami863 ha scritto:tipo che il cavolo è difficile da digerire, :wink:
Io il cavolo lo centrifugo.

ciao

La Filosofia del Digiuno
Questo libro offre la visione di un Autore illuminato sul digiuno. Per maggiori ragguagli: La Filosofia del Digiuno

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 4 ospiti