esami del sangue

Qui si possono discutere e richiedere riferimenti del libro riguardo alla risoluzione di condizioni non ottimali di salute

Moderatore: luciano

Rispondi
Avatar utente
Zebdos
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 51
Iscritto il: 13 ottobre 2009, 6:00
Località:

26 maggio 2010, 10:55

Ciao a tutti

Sono da poco arrivati i risultati degli esami del sangue

tutti i dati sono nella norma tranne l'uricemia ( che correggetemi se sbaglio dovrebbe essere la quantità di proteine nel sangue)

il valore per essere nella norma deve rimanere tra 4.0 e 7.0, il mio e 3.9.

Come vi sembra?
puo essere problematico?
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

26 maggio 2010, 11:00

Devi chiederlo al tuo medico. Qui non possiamo né siamo in grado di dare giudizi a riguardo, il sistema di guarigione non considera l'utilizzo degli esami clinici. :wink:
Avatar utente
celestia
Veteran
Veteran
Messaggi: 627
Iscritto il: 11 giugno 2008, 6:00
Località: Cagliari
Contatta:

26 maggio 2010, 15:27

Se gli esami sono stati fatti bene, e non troppo frizati, dovresti stare più che tranquilla! Del resto la determinazione dei valori normali è molto relativa: ogni laboratorio prende quella che si avvicina di più al valore registrato su persone sane, ma non sembra un valore da correggere farmacologicamente (per legge puoi rifiutare le medicine: fatti valere!) Se stai bene lo puoi considerare sanissimo, visto che le necessità individuali sono diverse da persona a persona, e poi è molto più pericolosa l'iperuricemia che "scassa" i reni appesantendoli e riempiendo il sangue di scorie pesanti e di tossine
Ciao e Buon proseguimento, in bocca al lupo per la Transizione
"Il problema dell´umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi" B. Russell -
Il più redditizio dei commerci è comprare gli uomini per ciò che valgono e rivenderli per ciò che credono di valere
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

27 maggio 2010, 11:35

celestia ha scritto:Del resto la determinazione dei valori normali è molto relativa: ogni laboratorio prende quella che si avvicina di più al valore registrato su persone sane
bisognerebbe però definire le caratteristiche di una persona sana. Che cosa intendono per sana? Una che non lamenta sintomi?
Avatar utente
Libero
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 251
Iscritto il: 21 luglio 2008, 6:00
Località:
Contatta:

27 maggio 2010, 13:29

Uricemia è la quantità di acido urico nel sangue, se hai smesso di mangiare cadaveri è normale che i primi tempi il valore si alzi, perchè i depositi si sollevano e vanno in circolo per l'eliminazione (rene).

Nel tuo caso è inferiore ai parametri che la medicina di regime considera come "uomo sano". Non mi farei tanti problemi, di solito ci si preoccupa per un eccesso, che crea disturbi.

Io dono il sangue da 2 anni, sono un mistero per i miei colleghi medici di regime perche la mia glicemia è 27. (neanche uno in coma ha quel valore)

I dati clinici lasciano il tempo che trovano, nel tuo caso.

Ehret ritengo abbia dato un contributo epocale a quello che sarà la nuova fisiologia, le tabelle di nutrizione classica finiscono nel cestino ogni momento che passa.

Saluti
Avatar utente
Zebdos
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 51
Iscritto il: 13 ottobre 2009, 6:00
Località:

31 maggio 2010, 14:55

analisi alla mano sono andato dal mio medico e dal mio dietologo...
il medico mi ha detto che se non reintroduco grassi potrei nel tempo avere dei gravi danni cerebrali...

il dietologo mi ha consigliato di introdurre cibi a base di soia...
la soia produce molto muco?
puo andare bene in transizione?

P.S. io resto sempre fermamente convinto della validità di questa dieta naturale dell'uomo.
Avatar utente
luciano
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 13247
Iscritto il: 28 novembre 2005, 6:00
Località: Riva del Garda
Contatta:

31 maggio 2010, 15:07

Zebdos ha scritto:analisi alla mano sono andato dal mio medico e dal mio dietologo...
il medico mi ha detto che se non reintroduco grassi potrei nel tempo avere dei gravi danni cerebrali...

il dietologo mi ha consigliato di introdurre cibi a base di soia...
la soia produce molto muco?
puo andare bene in transizione?

P.S. io resto sempre fermamente convinto della validità di questa dieta naturale dell'uomo.
La soia da una serie di problemi per suo conto anche con un'alimentazione onnivora.

Quello che mi arriva dai tuoi post è che mi sembri indeciso fra i pareri medici e il sistema di Ehret.
Avatar utente
Libero
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 251
Iscritto il: 21 luglio 2008, 6:00
Località:
Contatta:

31 maggio 2010, 15:31

Sono due approcci differenti, ambe due validi ma con obbiettivi differenti.

E' buona cosa non mescolare. O ti basi sulle diagnosi e i trattamenti allopatici oppure segui il sistema ehret, se mescoli rischi di confonderti.

Ti ripeto: io ho glicemia 27, secondo i dati dei dokter (policlinico milano)
Avatar utente
Zebdos
Più di 50 post
Più di 50 post
Messaggi: 51
Iscritto il: 13 ottobre 2009, 6:00
Località:

1 giugno 2010, 11:24

non sono per niente confuso...è solo che vivo con i miei e non prendono molto di buon occhio questa cosa...e quindi per quieto vivere mi tocca mangiare almeno la soia...quindi non è un alimento cheriesco a smaltire facilmente?
che tipo di problemi puo dare?

cmq sempre meglio della carne credo...
Avatar utente
Libero
Più di 150 post
Più di 150 post
Messaggi: 251
Iscritto il: 21 luglio 2008, 6:00
Località:
Contatta:

1 giugno 2010, 13:49

la soia è inibente di alcuni processi di assorbimento e un pò troppo proteica e acidifichi, ma durante la fase di transizione può sostituire la voglia di formaggio (anche gli anacardi al naturale aiutano).

diciamo che se mangi mezzo ananas e dopo una ventina di minuti un insalata di rucola, spinaci con qualche pomodori secchi e ci butti dentro un blocchettino di tofu può andare bene.

Poi ci sono i germogli che non sono molto considerati perchè vagamente impegnativi.
In realtà basta uno straccio appeso sopra il lavello e inumidito qualche volta al giorno, con dentro legumi, semi o cereali.
Una volta germogliati diventano commestibili crudi o cotti.
Puoi germogliare i semi di soia o comperarli già fatti.


per il discorso dei tuoi genitori, puoi ovviare andando da un naturopata come me dicendo che è semplicemente un'approccio diverso alla salute.
Non creare lotte o conflitti su una cosa ritualizzata come il cibo. Quando sei luce gli altri lo vedono da soli e non c'è bisogno di spiegare o discutere.

La nuova fisiologia di ehret è un approccio ancora un pò avanti per le coscienze di molti, ma questo non è un problema.

Saluti
Avatar utente
celestia
Veteran
Veteran
Messaggi: 627
Iscritto il: 11 giugno 2008, 6:00
Località: Cagliari
Contatta:

2 giugno 2010, 15:06

La soia è un alimento gozzigeno, in occidente cercano di fregarci dicendo che fa bene alle donne in menopausa... Non è vero nulla: i giapponesi mangiano la soia per compensare la loro dieta a base di pesce, altrimenti avrebbero il Grawes-Basedow terribile, con la tiroide in fuori per l'ipertiroidismo, ma chi non mangia pesce a KG è bene che non abusi di soia per non ritrovarsi con l'ipotiroidismo conclamato(tanto poi Ti vendono l'Eutirox per tutta la vita!)
Quindi nnon esagerare con la soia, con l'inquinamento che abbiamo ci sono abbastanza freni per la tiroide...
"Il problema dell´umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi" B. Russell -
Il più redditizio dei commerci è comprare gli uomini per ciò che valgono e rivenderli per ciò che credono di valere
Rispondi
  • Informazione